Nocchiere cadde dal pennone e morì Ex ufficiali della Marina condannati: "Omicidio colposo sulla Vespucci"

Condannati gli ex vertici della marina militare per la morte morte di Alessandro Nasta, il nocchiere che perse la vita il 24 maggio 2012 in seguito a un incidente avvenuto sulla nave scuola della Marina Militare, Amerigo Vespucci.

Il tribunale di Civitavecchia ha riconosciuto la responsabilità penale per l’allora comandante della nave scuola Domenico La Faia, che ha avuto un anno e due mesi; per l’ex capo di stato maggiore della Marina, l’ammiraglio Bruno Branciforte, che ha avuto un anno e 10 mesi; per il capo della Squadra navale all’epoca dei fatti, l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi la pena è stata di un anno e due mesi; l’ex capo di stato maggiore Luigi Binelli Mantelli ha preso un anno e 10 mesi. Tutti rispondevano dell’accusa di concorso in omicidio colposo.