Cesare Battisti e Mario Draghi affiancati nel post di Paola Perinetto (Facebook)
Cesare Battisti e Mario Draghi affiancati nel post di Paola Perinetto (Facebook)

Torino, 21 ottobre 2021 - Bufera sulla garante dei detenuti di Ivrea (Torino), Paola Perinetto, autrice di un post choc su Facebook in cui associa Mario Draghi a Cesare Battisti. Attivista No vax e No Green pass, Perinetto ha infatti pubblicato un fotomontaggio con il volto del premier e quello del terrorista scrivendo a corredo:  "Nella foto possiamo osservare un caso di estrema somiglianza. Uno è un criminale senza scrupoli. L'altro è Cesare Battisti".

Un'esternazione che le costerà l'incarico. "Sono esterrefatto che una persona con incarichi istituzionali possa lasciarsi andare a tale pensiero e a pubblicarlo sui social - dice il sindaco Stefano Sertoli - Abbiamo convocato una capigruppo urgente. Lunedi l'ultima parola spetterà al Consiglio comunale". La nomina di Perinetto risale al 2018, all'inizio dell'attuale amministrazione, e fu condivisa con la minoranza Pd, che adesso concorda con la sua rimozione. "Le espressioni della Garante sono inaccettabili, non è più compatibile con la carica pubblica ricoperta", conferma il capogruppo Maurizio Perinetti. 

Il primo a chiederne la rimozione per "l'inqualificabile parallelo" e "le valutazioni espresse" è stato il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, Mauro Palma, il quale ha pure domandato che "si stabiliscano finalmente delle linee omogenee affinché i Garanti localmente designati rispondano a criteri di indipendenza e professionalità". Anche il Sappe, il sindacato della polizia penitenziaria, ha chiesto la rimozione: "Con tali preconcetti ideologici come si può assolvere con serenità ed equilibrio la delicata funzione di garante dei diritti dei detenuti? Se non sa distinguere la quarta carica dello Stato da un assassino è proprio la persona sbagliata nel posto sbagliato".

Paola Perinetto sui social non ha mai fatto mistero delle sue posizioni contro il governo e, in particolare, contro l'obbligo del Green pass