31 mar 2022

Nigeria fuori dai Mondiali, stadio devastato Pestato a morte un medico della Fifa

ABUJA (Nigeria)

La federazione calcio dello Zambia ha confermato con una nota che c’è stata una vittima negli incidenti avvenuti l’alta sera nello stadio di Abuja, la capitale nigeriana, alla fine dello spareggio mondiale tra Nigeria e Ghana, quando i tifosi locali hanno invaso il campo, devastandolo e picchiando a sangue giocatori e tecnici delle due squadre. La persona deceduta, fa sapere la federazione, è il medico Joseph Kabungo (foto), originario appunto dello Zambia e accreditato presso Caf e Fifa.

Martedì era in servizio allo stadio come uno degli addetti all’antidoping. "Piangiamo la scomparsa del nostro ufficiale medico CafFifa, il dottor Joseph Kabungo – è scritto nel comunicato –, che era in servizio come ufficiale antidoping nella partita di martedì tra Nigeria e Ghana. Porgiamo le nostre più sincere condoglianze alla famiglia del dottor Kabungo e alla famiglia del calcio". "Prendiamo atto che è troppo presto per soffermarsi sulle cause della sua morte – continua la nota –, aspetteremo il rapporto completo di Caf e Fifa su ciò che è esattamente accaduto. Kabungo era un membro devoto e ampiamente amato della nostra comunità calcistica e il suo impatto è stato vasto, avendo anche fatto parte della squadra vincitrice della Coppa d’Africa 2012. La sua morte è un’enorme perdita".

Secondo le testimonianze raccolte finora, il sanitario sarebbe stato ucciso durante l’invasione dei sostenitori di casa. Il medico sarebbe stato travolto da un gruppo di tifosi e, una volta a terra, ha perso i sensi prima di essere picchiato a morte. Inutile il successivo trasporto in ospedale. Le indagini su quanto accaduto sono ancora in corso e, fanno sapere le forze dell’ordine, è prematuro tirare delle conclusioni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?