Apriti cielo. Nicola Zingaretti, segretario del Pd, esterna via Twitter il proprio apprezzamento per la conduzione di Barbara D’Urso (nella foto), presentatrice del talk show Mediaset “Live - Non è la D’Urso” di cui sarebbe stata decisa la chiusura, in via anticipata, su Canale 5 a causa delle percentuali di ascolto della D’Urso...

Apriti cielo. Nicola Zingaretti, segretario del Pd, esterna via Twitter il proprio apprezzamento per la conduzione di Barbara D’Urso (nella foto), presentatrice del talk show Mediaset “Live - Non è la D’Urso” di cui sarebbe stata decisa la chiusura, in via anticipata, su Canale 5 a causa delle percentuali di ascolto della D’Urso tacciate di essere in calo (12% di media di share, regolarmente battuto dalla concorrenza della Rai). Certo, la D’Urso si può ‘consolare’ con “Pomeriggio Cinque”, il suo show della domenica, ma in ogni caso alcuni vip hanno fatto scattare la solidarietà, sempre via social: da Imma Battaglia, storica attivista del movimento Lgbtq, fino al… segretario nazionale del Pd.

Il tweet ‘incriminato’ del segretario dem è il seguente: "In un programma che tratta argomenti molto diversi tra loro – è il post di Zingaretti indirizzato a @carmelitadurso – hai portato la voce della politica alle persone. Ce n’è bisogno!".

Pochi minuti e la Rete s’indigna o lo sfotte, fino a portare il tweet di Zinga primo nelle ‘Tendenze Italia’. Il guaio è che c’è un numero abnorme di commenti, per la maggior parte negativi o increduli. "Gli hanno hackerato l’account?". "Da Gramsci alla D’Urso!". "Salvini, esci da questo corpo!".

“Colpevole”, forse, Zinga, di essere andato nel salotto della D’Urso a parlare molte volte e sempre accolto con grande affetto (l’ultima volta il 17 gennaio scorso), ma va detto che, nel salotto della D’Urso, sono transitate quadrate legioni di leader politici (non ultimi Renzi e Salvini…). O forse, come maligna il sito di gossip Dagospia, "perché

il social media manager del Pd, Carlo Guarino, è un amico di vecchia data della D’Urso".

e.m.c.