Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 apr 2022

Nessuno griderà più in piazza Affari La Borsa se ne va, rimane il dito

Euronext potrebbe non rinnovare dopo 90 anni il contratto di affitto di Palazzo Mezzanotte, in scadenza nel 2023

15 apr 2022
massimo donelli
Cronaca
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010
La provocatoria opera d’arte di Maurizio Cattelan, L.O.V.E., fu installata nel 2010

di Massimo Donelli Date retta: la prossima volta che vi capita di girare per il centro di Milano tenete a mente quanto state per leggere. Perché la notizia che Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa italiana dal 1932, sarà data in affitto al miglior offerente, è di quelle da libri di Storia. Giacché tutt’attorno all’edificio, così come all’interno dei suoi 18.700 metri quadrati, di Storia se n’é fatta davvero moltissima. Tanto da meritare una passeggiata – oltretutto non impegnativa – per toccarla con mano. Palazzo Mezzanotte, infatti, è a 700 metri piazza del Duomo. Nemmeno 300 metri lo separano da piazza Cordusio, dove il Palazzo del Credito Italiano si sta trasformando in centro polifunzionale e sarà ribattezzato Medelan (così si chiamava Milano nel 590 a.C, all’epoca dei Celti); quello delle Assicurazioni Generali diverrà un hotel a 5 stelle; e il Palazzo delle Poste ha ceduto il passo al più spettacolare Starbucks del mondo. Non basta. Solo 500 metri intercorrono tra Palazzo Mezzanotte e Piazza dei Mercanti, il centro commerciale attorno al quale la città, prima ancora che arrivassero romani e galli, è cresciuta. Infine, percorrendo poco più di un chilometro, si arriva a Casa degli Atellani: nella vicina bottega del fornaio, Toni, nacque, nel 1200, il panettone (Pan-di-Toni), altro simbolo della città. Visto? Tutto – tutto – sembra ruotare attorno a Palazzo Mezzanotte. E, quindi, corre l’obbligo di descriverlo almeno in sintesi. Domina Piazza Affari con una monumentale facciata alta 36 metri. Per il marmo non hanno badato a spese. E nemmeno per il comfort. Audacemente all’avanguardia, per volontà dell’architetto Paolo Mezzanotte (1878-1969), ebbe da subito un sistema di condizionamento ad acqua e vapore e le chiamate simultanee degli ascensori. Non solo. Con il più grande quadro luminoso elettrico d’Italia, permetteva di seguire, in tempo reale, le quotazioni dei 78 ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?