Alexey Navalny, principe degli oppositori russi, sconterà la pena di due anni e mezzo in un campo di detenzione nella regione di Vladimir, circa 200 chilometri a est di Mosca. La notizia, che però i sostenitori dell’oppositore anti-Putin per ora non confermano, l’ha data alle agenzie un membro della commissione che in Russia si occupa delle condizioni dei detenuti. Da alcuni giorni familiari e sostenitori di Navalny, condannato al carcere per aver violato i termini della libertà condizionata per una sentenza del 2014 "fuggendo" in Germania dopo l’avvelenamento da Novichok, affermavano di non avere sue notizie e di temere per la sua vita, anche se spesso le autorità carcerarie russe non forniscono informazioni sui luoghi di detenzione fino a che la destinazione non è raggiunta. Ieri l’annuncio: "Abbiamo informazioni sicure al 100% che Navalny è arrivato nella regione di Vladimir per scontare la sua pena", ha dichiarato il membro della commissione, Alexey Melnikov.