Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 feb 2021

Navalny condannato: "Putin avvelenatore". Stati Uniti e Europa contro il Cremlino

Tre anni e 5 mesi di carcere all’arcinemico dello Zar. I suoi sostenitori annunciano: "Torneremo a manifestare nel fine settimana". Alexei e la moglie Yulia, un’unione indissolubile: "Sei una cattiva ragazza perché sei sempre al mio fianco. Sono fiero di te"

3 feb 2021
roberto giardina
Cronaca

"Sei una cattiva ragazza, sono orgoglioso di te". Belle le parole che Alexei Navalny ha rivolto in tribunale alla moglie Yulia, nel giorno del processo che ha portato alla condanna del blogger dissidente: due anni e 8 mesi, pena ridotta rispetto ai 3 anni e mezzo richiesti. Una condanna che ha scatenato la reazione fortissima da parte di tutto il mondo. Dagli Stati Uniti fino all’Ue, in serata anche la Farnesina ha parlato di "costernazione" per quello che è accaduto a Mosca. E tutti in pressing sul Cremlino per chiederne l’immediato rilascio. Lui, in aula, nel breve discorso che ha tenuto: "Abbiamo dimostrato che è stato Putin a commettere l’attentato contro di me e questo lo fa impazzire. Sapete, un tempo c’era Alessandro il Liberatore o Yaroslav il Saggio. Noi avremo Vladimir l’Avvelenatore". Lui, l´uomo che sfida Putin, ha avuto parole dolcissime per la sua compagna, Yulia. È rinchiuso in una cella di cristallo, Yulia si è avvicinata, il volto coperto da una maschera nera. "Dicono che sfidi l´ordine pubblico, ti hanno persino mostrato in tv nella mia cella, Yulia", le ha detto senza poterla sfiorare. Navalny era stato condannato nel 2014 a tre anni e mezzo, con la condizionale. Era accusato di aver violato le norme sulla sospensione della pena, andando a Berlino per farsi curare. Un paradosso. E dopo la condanna di ieri, lo staff di Navalny fa sapere che nel weekend torneranno di nuovo in piazza, per dimostrare concretamente la vicinanza e il sostegno ad Alexei. Lei vive con trepidazione questi giorni e quel duello (infinito) che suo marito ha ingaggiato con lo Zar. E da moglie, convinta prima delle sue idee che collimano con quelle di suo marito, non si sottrae dal rimanere in prima linea. Le buone ragazze vanno in paradiso, le cattive ragazze vanno ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?