Natalie Wood (morta a 43 anni) e Kirk Douglas (morto a 104 anni) ricevono un premio
Natalie Wood (morta a 43 anni) e Kirk Douglas (morto a 104 anni) ricevono un premio
di Silvia Gigli Povera Natalie. Prima la morte sospetta avvenuta nel 1981 quando la bella attrice aveva appena 43 anni ed era al massimo del suo fulgore. Adesso Lana Wood, la sorella minore di Natalie, dichiara in un libro che uscirà martedì, "Little Sister", che il celebre attore Kirk Douglas avrebbe abusato sessualmente di Natalie in un hotel di Hollywood. Era l’estate del 1955. Natalie aveva 16 anni e Kirk, trentenne eroe di "Spartacus", era considerato l’icona comunista e progressista di Hollywood....

di Silvia Gigli

Povera Natalie. Prima la morte sospetta avvenuta nel 1981 quando la bella attrice aveva appena 43 anni ed era al massimo del suo fulgore. Adesso Lana Wood, la sorella minore di Natalie, dichiara in un libro che uscirà martedì, "Little Sister", che il celebre attore Kirk Douglas avrebbe abusato sessualmente di Natalie in un hotel di Hollywood. Era l’estate del 1955. Natalie aveva 16 anni e Kirk, trentenne eroe di "Spartacus", era considerato l’icona comunista e progressista di Hollywood. Stando al libro, Lana era in auto con la madre quando Natalie entrò all’hotel Chateau Marmont per incontrare Kirk Douglas. "Qualcosa di brutto era apparentemente accaduto a mia sorella – racconta Lana –, ma visto che ero troppo piccola, avevo 8 anni, non ne avevano parlato con me. Era molto sconvolta e con mia madre ha iniziato a sussurrare delle cose. Ma non potevo sentirle", aggiunge Lana che ha spiegato come solo alcuni anni dopo, quando erano tutte e due adulte, la sorella maggiore le raccontò quanto accaduto.

"Mi sembrò essere passato molto tempo, prima che Natalie tornasse in macchina – scrive Lana Wood –. Mi svegliò sbattendo la portiera. Sembrava sconvolta. Era spettinata e molto turbata, e lei e la mamma iniziarono a sussurrarsi delle parole, senza che io capissi cosa si stessero dicendo. Era sicuramente successo qualcosa di brutto a mia sorella". Lana scrive che Natalie non le disse per anni cosa era accaduto nella suite dell’attore da cui, le raccontò, di "essere stata ferita". Inoltre sua sorella e la loro madre, Maria Zakharenko, che aveva organizzato l’incontro sperando che il grande Kirk aiutasse Natalie sulla via del successo, erano d’accordo sul fatto che accusare pubblicamente di abusi la star di Hollywood avrebbe rovinato il futuro della giovane attrice.

Lana lancia nel libro un’altra bomba. La donna è infatti convinta e afferma senza ombra di dubbio che il responsabile della morte di Natalie fu il marito, Robert Wagner. Natalie Wood morì in circostanze misteriose nel novembre 1981 annegando durante una gita in barca all’isola di Santa Catalina in California. Inizialmente considerato un incidente, la causa di morte dell’attrice è stata cambiata nel 2012 in "annegamento e altri fattori indeterminati". Il marito è stato indicato come sospetto dalla polizia nel 2018 e Lana è tra coloro che lo ritengono responsabile della morte di Natalie. Il centenario mitologico potentissimo Kirk Douglas è morto nel febbraio del 2020 a 104 anni e pare che a Hollywood voci sulla violenza siano girate a lungo. L’ombra di Natalie non trova pace.