La Scientifica sul luogo dell'incidente avvenuto nel Napoletano (Ansa)
La Scientifica sul luogo dell'incidente avvenuto nel Napoletano (Ansa)

Napoli, 27 marzo 2021 - Ha inseguito con l'auto i rapinatori che gli avevano rubato il prezioso Rolex, quindi ha investito losccoter su cui viaggiavano. Nello schianto però i due ladri sono morti e lui adesso è indagato per omicidio volontario. E' questa la verità dietro l'incidente avvenuto ieri sera nel Napoletano, tra Marano e Villaricca. 

I carabinieri, giunti sul posto, hanno trovato a terra i cadaveri di Ciro Chirollo e di Domenico Romano, 30 e 39 anni, entrambi già noti alla giustizia. Poco distanti una Smart For 4 finita contro un muro, uno scooter di grossa cilindrata, ma anche una pistola e e un orologio Rolex. Nella notte il conducente dell'auto, un giovane incensurato di 25 anni, si è presentato in caserma per raccontare cosa fosse successo. Il ragazzo è stato ascoltato dal pm ed è indagato a piede libero per omicidio volontario.

A chiarire l'esatta dinamica saranno alcune testimonianze raccolte sul posto ma soprattutto  le immagini delle telecamere della zona. In particolare quelle di via San Rocco, luogo dell'ipotizzata rapina a mano armata, e di via Antica consolare campana, dove la Smart è andata a sbattere.