Chiavari (Genova), 12 novembre 2021 -  Potrebbe essere a un passo dalla risoluzione dopo 25 anni il giallo di Nada Cella, la segretaria di Chiavari uccisa a 24 anni nello studio del commercialista dove lavorava. La Scientifica ha repertato tracce di sangue sullo scooter di Annalucia Cecere, indagata per l'omicidio che si consumò una mattina dell 6 maggio del 1996: lo stesso scooter usato dalla sospettata al tempo del delitto e forse lo stesso di cui parla una testimone anonima in una telefonata diffusa dagli inquirenti solo pochi giorni fa. 

Il motorino è stato sequestrato nelle scorse settimane: era in un box a Boves, dove vive la Cecere, insegnante di 53 anni. 

Le tracce dovranno però ora essere sottoposte a nuovi accertamenti per capire a chi appartengano. Per questo sul motorino saranno eseguiti nei prossimi giorni degli esami genetici irripetibili che serviranno ad estrarre il Dna. 

Annalucia Cecere è indagata per omicidio. L'ipotesi degli inquirenti è che abbia ucciso Nada Cella mossa da gelosia: la giovane era infatti oggetto delle attenzioni di Marco Soracco, il commercialista titolare dello studio in via Marsala, di cui era invaghita la Cecere. 

Nella stessa inchiesta il professionista e l'anziana madre sono indagati per dichiarazioni false al pm.