9 feb 2022

Muore dopo 10 ore di attesa su una barella Aperta un’inchiesta su due ospedali romani

È rimasta per dieci ore sulla barella del pronto soccorso in attesa di una Tac ed è poi morta per una emorragia. Rossana Alessandroni (foto) aveva 67 anni e ora i familiari chiedono l’intervento della magistratura. La tragedia è successa a Roma e la Regione ha disposto un audit clinico immediato per definire tutti i passaggi assistenziali che hanno riguardato la signora. La 67enne si era sentita male mercoledì scorso, aveva dolori fortissimi alla stomaco. Accompagnata all’ospedale Vannini di Tor Pignattara, ha atteso 10 ore una Tac contorcendosi dai dolori secondo la denuncia dei familiari. Poi la situazione è precipitata: inutili il trasferimento e l’intervento d’urgenza al policlinico di Tor Vergata dove Alessandroni è giunta troppo tardi. È morta per una dissezione dell’aorta ascendente. "La signora – spiegano al Vannini – ha fatto il percorso Covid che ha allungato i tempi, accusava dei sintomi generici, è stata sottoposta a due Tac e poi trasferita a Tor Vergata, l’hub di riferimento per il reparto di cardiochirurgia". Ora i familiari chiedono anche l’intervento della magistratura.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?