Roma, 30 agosto 2021 - Quasi 1.800 multe al giorno per eccesso di velocità da gennaio ad oggi (1.400 solo in autostrada). Le statistiche della polizia stradale non lasciano dubbi: la violazione dell’articolo 142 continua a garantire fior di introiti allo Stato. Non ancora disponibili i conti di quest’anno ma tra 2018 e 2020 solo la Stradale ha incassato più di 417 milioni per tutte le violazioni al codice, il capitolo velocità da solo si prende la metà della cifra. Ma non è tutto. Perché una multa su due deve essere ancora pagata e quindi sarà iscritta al ruolo per la riscossione coattiva, qui si considerano solo i verbali 'saldati' entro sessanta giorni. Insomma le cifre sono davvero ragguardevoli.   

Il Tutor

E quanto pesa il Tutor in questa contabilità? Il cinquanta per cento, fanno sapere dalla polizia. L’occhio elettronico è ormai installato su 144 tratti autostradali e ha vigiliato su esodo e controesodo (qui l’elenco dettagliato). Il resto lo fanno gli autovelox e il controllo su tir e altri veicoli commerciali. Per questa categoria, gli eccessi di velocità sono verificati ad esempio attraverso il cronotachigrafo. Nel dettaglio, i 417 milioni di incassi garantiti da  chi non rispetta il codice della strada sono così divisi: 142,4 milioni nel 2018, poco meno di 156  nel 2019, 119,4 nell’anno del lockdown. Somme che, fa notare la Stradale, "sono riferite a verbali redatti nell’anno indicato, mentre l’incasso e il riversamento non sono necessariamente avvenuti nel corso del medesimo anno". Le multe per eccesso di velocità si confermano sempre elevatissime: quasi duemila al giorno nel 2019 (1.540  in autostrada); più di 1.500 nel 2020 (1.181 in autostrada). Le infrazioni al codice  in questi primi otto mesi dell'anno sono state 1,4 milioni, sostanzialmente divise a metà (su statali, regionali, provinciali e comunali 552.932).  Altre 21.493 contravvenzioni sono state elevate per velocità pericolosa. 

Le sanzioni da Tutor

Le multe sono salatissime. Si parte da un minimo di 42 euro se lo sforamento dei limiti di velocità non supera i 10 chilometri orari.  Ma si può svettare a 3.382 euro - con la sospensione della patente da sei mesi a un anno e la perdita di dieci punti se si sfreccia superando i limiti di 60 km/h.  Pena raddoppiata per i neopatentati e per chi guida da meno di tre anni.