(ANSA) - VENEZIA, 27 FEB - L'ex presidente della Regione Veneto, Giancarlo Galan, deve risarcire 5.8 milioni di euro per il danno all'immagine e da disservizio provocati all'ente per il coinvolgimento nello scandalo Mose. Nello specifico 5,2 milioni per il danno all'immagine e la somma restante per il disservizio. La sentenza di condanna è stata emessa dalla Corte dei Conti del Veneto. Il legale di Galan, Franco Zambelli, ha annunciato di voler presentare appello.