13 apr 2022

Mosca sotto accusa: sta usando armi chimiche

La denuncia del battaglione Azov a Mariupol, Washington conferma. La vice ministra della Difesa ucraina: "Forse erano munizioni al fosforo"

I militari ucraini cercano mine tra le macerie di Bohdanivka, nell’area di Kiev
I militari ucraini cercano mine tra le macerie di Bohdanivka, nell’area di Kiev
I militari ucraini cercano mine tra le macerie di Bohdanivka, nell’area di Kiev

ROMA Il sospetto attacco chimico dell’11 aprile sulle postazioni del battaglione Azov a Mariupol (tre contaminati) potrebbe essere stato effettuato con bombe a orto-clorobenziliden-malononitrile, il più utilizzato gas lacrimogeno, ribattezzato Cs (acronimo che prende il nome dai chimici americani Corson and Stoughton) e il cui uso è legale per il controllo dell’ordine pubblico ma è vietato in guerra dal 1997, con l’entrata in vigore della convenzione sulle armi chimiche di Parigi, firmata nel 1993. Il divieto di utilizzo in guerra è scattato non tanto per la pericolosità intrinseca di questo gas, ma perché l’utilizzo del gas CS potrebbe facilmente innescare una rappresaglia da parte nemica con l’uso di armi chimiche molto più pericolose, come il gas nervino. Azov ha parlato di lancio di bombe da un drone. Il drone Orion russo teoricamente può portare sei bombe da 20 chili e una da 100 kg, che potrebbero esser state caricate con Cs. L’altra ipotesi è che siano state utilizzate bombe al fosforo. "Le forze della Repubblica popolare di Donetsk non hanno usato armi chimiche a Mariupol", ha detto il portavoce della milizia popolare filorussa della Dpr, Eduard Basurin. Nessun commento invece dai russi. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato lunedì sera del rischio che la Russia usi armi chimiche in Ucraina ma non ha confermato che ciò sia già avvenuto a Mariupol. "Oggi le forze d’occupazione hanno emesso un nuovo comunicato che dimostra la preparazione di una nuova fase di terrore contro l’Ucraina" ha detto Zelensky. "Uno dei burattini degli occupanti ha detto che potrebbero usare armi chimiche contro i difensori di Mariupol. Lo prendiamo in modo molto serio. Voglio ricordare ai leader del mondo che il possibile uso di armi chimiche da parte dell’esercito russo è già stato discusso". Una altra ipotesi alternativa al Cs è che i russi abbiano ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?