1 Boris Johnson

Il governo britannico esprime piena "solidarietà" all’Italia: "L’attività maligna e destabilizzante della Russia, mira a minare un alleato della Nato".

2 Sergey Razov

L’ambasciatore russo in Italia ha espresso il rammarico per l’espulsione dei due funzionari e l’augurio che l’accaduto non si rifletta sui rapporti italo-russi".

3 Luigi Di Maio

"Russia e Cina sono attori che hanno sistemi politici e valori diversi dai nostri, da cui provengono anche sfide, e talvolta minacce. Lo dimostrano le accuse di spionaggio".