23 gen 2022

Morto a 18 anni nello stage L’inchiesta per omicidio

I pm aprono un fascicolo e indagano il datore di lavoro, presto altri nomi. Lo studente schiacciato da una trave mentre stava lavorando in un’azienda

Lorenzo Parelli, 18 anni, morto all’ultimo giorno di stage in fabbrica a Udine
Lorenzo Parelli, 18 anni, morto all’ultimo giorno di stage in fabbrica a Udine
Lorenzo Parelli, 18 anni, morto all’ultimo giorno di stage in fabbrica a Udine

Sul corpo del diciottenne Lorenzo Parelli sarà eseguita l’autopsia per stabilire con esattezza le cause della morte. Un atto dovuto per ricostruire la dinamica dell’incidente accaduto venerdì nello stabilimento della Burimec di Lauzacco. Il reato ipotizzato dalla Procura di Udine è omicidio colposo, a carico del datore di lavoro, in quanto legale rappresentante dell’azienda, in quanto datore di lavoro. Altro passaggio dovuto, anche se gli inquirenti non escludono di individuare "eventuali ulteriori profili di responsabilità anche a carico di altre figure aziendali". La dinamica, si diceva. Bisognerà capire se l’incidente sia stato una vera fatalità oppure con il rispetto di regole e accorgimenti potesse essere evitato. Intanto, Castions di Strada (Udine), dove viveva Lorenzo, che conta 3.500 abitanti, è ripiegato su se stesso: ieri si sono svolti i funerali di un altro giovanissimo, un ragazzino di 16 anni morto per un incidente sabato scorso mentre faceva motocross. Lo stesso Lorenzo aveva espresso l’intenzione di partecipare alle esequie, i due si conoscevano, almeno di vista La comunità è sconvolta, "devastata" dice il sindaco Ivan Petrucco. Pochi i giovani, ancor meno quelli che rimangono, e due di loro sono morti per tragiche ma fortuite circostanze. "Abbiamo finito le lacrime: stanotte non ho chiuso occhio, non si possono perdere due figli in giovanissima età com’è accaduto", dice Petrucco. Oltre al coro di politici e sindacalisti, è intervenuto anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi esprimendo "profondo dolore" per un "incidente inaccettabile, come inaccettabile è ogni morte sul lavoro. Il tirocinio deve essere una esperienza di vita. Esprimo il mio più profondo cordoglio e la vicinanza alla famiglia". L’Unione degli studenti, però, chiede a gran voce più tutele nei programmi dei Pcto (ex Alternanza scuola-lavoro) e c’è anche chi protesta, come un gruppo di precari e disoccupati sotto la sede degli industriali di Firenze. Per ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?