Antonio Stano, vittima della baby gang e il branco in azione
Antonio Stano, vittima della baby gang e il branco in azione

Taranto, 26 giugno 2019 - Per la morte di Antonio Stano la magistratura ha emesso 9 nuove ordinanze cautelari nei confronti di altrettante persone: si tratta di un maggiorenne e 8 minoreni che devono rispondere in concorso dei reati di tortura, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio aggravati. Il pensionato 65enne di Manduria vittima di una baby gang lo scorso 23 aprile, qualche settimana prima era stato ricoverato d'urgenza per astenia e stato confusionale, quando terrorizzato e già in precarie condizioni igieniche e di salute, aveva deciso di rinchiudersi (privandosi di cibo) perché ripetutamente vittima di "incursioni" da parte di un gruppo di giovani che lo sottoponevano a vessazioni, percosse, angherie ed aggressioni. Fra i nuovi, gravi episodi contestati anche quello dell'1 aprile scorso ai danni di un altro uomo 53enne affetto da insufficienza mentale grave, che veniva per "puro passatempo" violentemente colpito con calci e pugni, fino a provocargli l'avulsione dei denti incisivi. 

L'attività di indagine è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Taranto, guidata dal Procuratore Carlo Maria Capristo, e dalla Procura della Repubblica per i Minorenni, coordinata dalla Procuratrice Pina Montanaro.