Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 ott 2021

Monopattini e casco obbligatorio, la data chiave del 10 novembre

Quella è la scadenza perché il decreto sia convertito in legge. Tra le modifiche al  codice della strada: stretta in vista anche sul cellulare alla guida

22 ott 2021
rita bartolomei
Cronaca
A modern woman listening to music over the headphones trying to merge into the traffic in the city street.
Monopattini, in arrivo la stretta sul casco
A modern woman listening to music over the headphones trying to merge into the traffic in the city street.
Monopattini, in arrivo la stretta sul casco

Roma, 22 ottobre 2021 - Entro il 10 novembre sapremo se saranno obbligatori casco, assicurazione e targa per i monopattini elettrici. Per quella data, infatti, dovrà essere convertito in legge il Dl Infrastrutture, sulle ‘disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale’. Il testo, entrato in vigore l'11 settembre, decade dopo sessanta giorni.

La parte sui monopattini è sicuramente tra le più discusse. Nelle previsioni di Confarca – la Confederazione Autoscuole Riunite e Consulenti Automobilistici – "l’obbligo di casco passerà".  Invece "c’è qualche resistenza in più sull’assicurazione obbligatoria – riconoscono il presidente di Confarca Paolo Colangelo e Christian Filippi, segretario della sezione Autoscuole -. Il problema sollevato è quello dei costi".

Sembra invece destinato a passare l’obbligo di casco per tutti, maggiorenni compresi. Anche se nei giorni scorsi Assosharing, l’associazione che riunisce il comparto della mobilità sostenibile in 'affitto', ha ribadito la sua contrarietà: "Sarebbe una scelta drammatica per l’industria della mobilità sostenibile, non basata su dati oggettivi relativi agli incidenti", è stato l’attacco. Ora è corsa contro il tempo. Possibile che lunedì in commissione Trasporti l’obbligo sia inserito come nuovo emendamento al decreto legge 121, "tra centinaia di altri,  probabile che il governo faccia un maxi-emendamento e poi chieda la fiducia", ipotizza Filippi. Manca ancora il parere del governo, che coinvolge diversi ministeri. In tutto questo una certezza: la scadenza del decreto. Tra le modifiche più rilevanti al codice della strada c’è anche la stretta sulla distrazione alla guida  per l’uso del cellulare che si porta dietro la sospensione della patente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?