Un frame della rapina del 6 ottobre
Un frame della rapina del 6 ottobre

Ha fatto il giro del web quel video in cui rapinatori vengono immortalati in una pizzeria del Napoletano mentre puntano kalashnikov e fucili con canne mozzate anche contro i bambini. Immagini raccapriccianti, capaci di infondere terrore, che danno la misura della ferocia con la quale i banditi hanno agito, tra famiglie riunitesi per passare qualche ora in spensieratezza.

Ieri i carabinieri, al termine di indagini lampo coordinate dalla procura di Napoli Nord, hanno notificato un decreto di fermo emesso dal gip nei confronti dei presunti autori di quella rapina, messa a segno lo scorso 6 ottobre nella pizzeria ’Un posto al sole’ di Casavatore. Si tratta di due giovanissimi, che hanno entrambi 20 anni, e di un 32enne, tutti di Napoli, tutti ritenuti dagli inquirenti appartenenti a un’associazione a delinquere costituita appositamente per compiere colpi attraverso quel modus operandi. Nei frame dei video che circolano in rete è possibile vederli indossare guanti azzurri per non lasciare tracce sulle armi e cappucci per non farsi riconoscere, mentre si aggirano tra genitori che stringono al petto i bambini.