Una luce verde segnala ai profughi la presenza di un posto sicuro
Una luce verde segnala ai profughi la presenza di un posto sicuro

"Angela Merkel e Aleksandr Lukashenko sono pronti a colloquiare per discutere della crisi dei migranti" bloccati alla frontiera fra Bielorussia e Polonia, ha reso noto Vladimir Putin che venerdì ha parlato, per la seconda volta in pochi giorni, con la Cancelliera tedesca e si è sentito due volte anche con Lukashenko. Il presidente russo respinge comunque le accuse di chi in Europa lo ritiene complice del dittatore di Minsk. "Voglio che tutti lo sappiano – ha affermato in un’intervista alla tv russa – che noi non abbiamo assolutamente nulla a che fare con questo". Ue e Usa pensano l’opposto.