4 mar 2022

Militari drogati, città assediate. Mosca alza il tiro ma perde il super generale

Odessa nel mirino. Affondato dai siluri russi un cargo estone nel Mar Nero. Putin omaggia il comandante caduto, "eroe di Siria e Crimea"

giovanni rossi
Cronaca
Un gruppo di soldati russi catturati nella regione di Kherson, dove è cominciato da giorni il bombardamento
Un gruppo di soldati russi catturati nella regione di Kherson, dove è cominciato da giorni il bombardamento
Un gruppo di soldati russi catturati nella regione di Kherson

In Ucraina oggi è il nono giorno di guerra. Occhi e satelliti sono puntati su Odessa. "L’operazione militare speciale" – l’ipocrita definizione di Putin all’invasione in corso – fa rotta sul Mar Nero. Attacco alla centrale nucleare più grande d'Europa Le cifre sui caduti e la vittima illustre Secondo l’Ucraina, i russi morti sarebbero già 9mila. Mosca ammette solo 498 caduti, ma uno particolarmente illustre: Andrei Sukhovetsky, comandante degli Spetsnaz – le forze speciali – vice capo della 41esima armata, "eroe" di Abkhazia, Siria e Crimea. Putin lo ricorda in tv. Ed è la prova che gli ucraini sanno reagire chirurgicamente. Odessa aspetta l'attacco dal mare Caduta Kherson, alla foce del Dnepr, decisiva per i rifornimenti idrici alla Crimea, tocca alla mitica città portuale fare i conti con l’avanzata russa. Davanti a Odessa si stagliano quattro grandi navi da guerra e tre motoscafi armati di missili. Tutto congiura per lo sbarco in forze in una città che i russi considerano propria. Dalla fondazione decisa dalla zarina Caterina II nel 1794, all’annunciata caccia ai responsabili dell’incendio del 2014 nel palazzo dei sindacati (con decine di morti fra i manifestanti filorussi), lo stato maggiore di Putin vede nella presa di Odessa l’atto ineludibile di un’immaginata restaurazione. I sanguinari Kadyrovtsy ceceni: "Se Putin chiude gli occhi finiamo in 2 giorni" Cargo estone affondato dai siluri russi La costa è già dominio di Mosca, che semina terrore. Il cargo estone Helt, battente bandiera panamense, cola a picco in pochi secondi colpito da siluri (salvi i membri dell’equipaggio). Un messaggio trasversale per Tallin, la capitale estone, e per gli altri Paesi baltici ex sovietici ora protetti dalla Nato. Colpito anche un cargo bangladese nel porto di Olvia (un morto). La caduta di Kherson, il dolere di Maiupol La linea costiera da ovest a est propone istantanee ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?