"Altro è difendersi, altro è lanciare gravi ed infondate accuse, dopo essere venuti meno ai più elementari principi di lealtà nei confronti di chi ha la responsabilità di dirigere un ufficio". Così in una mail ai magistrati di Milano il procuratore Francesco Greco attacca Paolo Storari e i pm milanesi che lo avevano difeso. L’iniziativa alla vigilia dell’udienza in commissione disciplinare del Csm che dovrà decidere sul trasferimento di Storari per i verbali di Amara consegnati dal pm a Davigo.