Migranti, il salvataggio in mare della Ocean Viking
Migranti, il salvataggio in mare della Ocean Viking

Trapani, 13 settembre 2019 - Mentre i Paesi Ue discutono sull'accoglienza ai profughi della Ocean Viking, sulle coste italiane si consuma l'ennesimo dramma per i migranti. Quattro uomini di nazionalità tunisina sono dispersi al largo di Marettimo (Trapani): di loro non si hanno più notizie da ieri sera quando, nel corso di un'operazione di salvataggio, si sarebbero gettati in acqua per raggiungere la costa dell'isola delle Egadi a nuoto.

Le ricerche sono riprese stamattina intorno alle 6.30 sotto il coordinamento della Direzione marittima di Palermo e proseguono con tre mezzi navali. Un altro uomo è stato recuperato nel pomeriggio di ieri a circa 12 miglia dall'isola, anche grazie all'ausilio di un elicottero che per l'intera giornata ha fatto da spola con Pantelleria, dove sono in corso delle ricerche di un ragazzo palermitano disperso dopo essere uscito in canoa. 

Altre due persone (sempre tunisine) sono state fermate mercoledì sera a bordo di un imbarcazione a circa 15 miglia, da Marettimo su segnalazione di un comandante di un peschereccio italiano che si trovava nell'area. I due sono stati prima trasferiti a Trapani e poi condotti nell'hotspot di contrada Milo. Lì hanno raccontato agli agenti di polizia che mentre si trovavano a ridosso dell'isola di Marettimo, gli altri si erano tuffati in mare nel tentativo di raggiungerla a nuoto, aggrappati a dei bidoni di plastica vuoti.