Forte mareggiata a Fregene (Ansa)
Forte mareggiata a Fregene (Ansa)

Roma, 17 gennaio 2018 - Italia nella morsa del maltempo. Come annunciato dalle ultime previsioni meteo, a causa della perturbazione fredda che da Nord sta scivolando verso il Meridione, raffiche di vento forte battono oggi la Penisola con conseguenze rilevanti soprattutto per i trasporti via mare. I vigili del fuoco sono a lavoro in molte regioni per liberare le strade da alberi, tegole e tettoie cadute. Intanto in Lombardia e Piemonte si registrano bufere di neve con grossi disagi per la circolazione.

La giornata sarà però ricordata per le raffiche di vento che, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo, hanno superato i 100 km/h, mentre in montagna, come riferisce Arpa Piemonte, si è arrivati ai quasi 200 km/h delle zone di cresta.

UN MORTO - In serata, si conta la prima vittima del maltempo. Un uomo è morto in Calabria, cadendo dal tetto di un edificio sul quale era salito per verificare i danni provocati dal vento. Le raffiche avevano scoperchiato l'abitazione del fratello: Giuseppe Talarico insieme al fratello, è salito per verificare i danni e per cause da accertare è caduto nel vuoto. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime ed è stato deciso di trasferirlo nell'ospedale di Catanzaro, ma è morto poco prima dell'arrivo. Il fratello è rimasto ferito in maniera non grave

Previsioni meteo per i prossimi giorni

Meteo, ecco i 'wind days'. I video del super vento

EOLIE - In Sicilia, a causa delle avverse condizioni meteorologiche, le partenze del mattino sulle tratte Trapani-Egadi, Milazzo-Eolie e Palermo-Ustica, effettuate dalla compagnia Siremar, sono state annullate.

GOLFO DI NAPOLI - Interrotti quasi del tutto i collegamenti nel golfo di Napoli . Da Capri l'ultima tratta per la terraferma è stata quella delle 6.40. Ferme anche tutte le linee che collegano le isole di Ischia e Procida con il capoluogo, mentre al momento sono regolari i traghetti per Pozzuoli

PONZA - Le mareggiate nel Lazio hanno costretto a interrompere le linee che collegano Formia con le isole Pontine. Soppresse le corse Laziomar di oggi: Formia- Ponza delle 9 e Ponza-Formia delle 14.30; Formia-Ventotene delle 9.15 e Ventotene-Formia delle 15. E non c'è pace  per il litorale romano: da Ostia fino a Fregene, passando per Fiumicino e Focene, la situazione appare critica sulla costa martoriata dal fenomeno crescente dell'erosione. Particolarmente in apprensione i balneari di Fregene, dove le onde hanno superato ormai le barriere di difesa allestite. 

SARDEGNA - La burrasca da Ponente sta creando ritardi nei collegamenti con la Sardegna. Le corse tra Santa Teresa di Gallura con Bonifacio, in Corsica, sono ferme da ieri sera. Secondo quanto registrato dall'ufficio meteo dell'Aeronautica militare di Decimomannu, a Capo Caccia (Alghero) le raffiche hanno superato i 70 chilometri orari, 80 sono stati toccati a Capo Carbonara, nella costa sud orientale. Discorso analogo a Olbia. A Solenzara toccati i 120 chilometri l'ora. E secondo le previsioni il vento tenderà a rinforzarsi, passando da Ponente a Maestrale con picchi che potranno superare i 100 km/h. 

ELBA E TOSCANA - La situazione non cambia in Toscana. Il forte vento di Libeccio sferza la costa livornese (in città si sono registrate raffiche fino a 120 km/h): numerosi gli interventi dei vigili del fuoco in città per i rami caduti e anche all'Isola d'Elba, che al momento risulta non raggiungibile. A Portoferraio una donna è rimasta ferita per la caduta di un pino: l'albero ha sfondato il parabrezza dell'auto che la 28enne stava guidando. Sospeso anche il collegamento con Capraia: la corsa di stamani del Liburna è stata posticipata alle 16, condizioni meteo permettendo. Sempre nel livornese, il materiale portato dal vento ha bloccato la circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica. 

La situazione dettagliata in Toscana

ROMA - A Roma un platano di 25 metri è finito sul cofano di un'auto all'Aventino, ferendo la conducente.  L'albero è crollato all'altezza di via Gelsomini 26: danneggiate altre macchine. 

TEMPESTA NEL CATANZARESE - Vento e pioggia stanno creando disagi a Catanzaro e anche in altre zone della Calabria. I vigili del fuoco sono in azione per liberare le strade da alberi, cartelloni pubblicitari e segnali caduti sulla carreggiata. Una squadra della sede centrale è stata impegnata in via Milano per la caduta di un albero. Altre due squadre sono intervenute per la messa in sicurezza del Teatro Politeama a causa di alcune lamiere divelte.  A Corigliano Calabro, nel Cosentino,una tettoia è stata sradicata dal vento e ha travolto un'auto parcheggiata. Al momento non si registrano feriti. 

Problemi anche nella Provincia di Perugia dove i pompieri sono a lavoro per rami e tegole cadute. Anche in questo caso non ci sono persone coinvolte. 

BUFERE DI NEVE AL NORD - Intanto a Nord imperversa la neve. A Sondrio è stato chiuso al traffico il tratto di statale 36 dello Spluga fra la località Teggiate e Madesimo. In Piemonte l'Anas ha chiuso la strada statale 21 della Maddalena, in provincia di Cuneo, a causa di una bufera fra Argentera e il confine di Stato, tra il km 51 e il 59,7. Chiusi molti impianti sciistici in Valle d'Aosta