Albero caduto a Sant'Antimo, Napoli (Ansa)
Albero caduto a Sant'Antimo, Napoli (Ansa)

Napoli, 23 febbraio 2019 - Napoli nella burrasca. L'ondata di maltempo che si è abbattuta oggi sul centro e sud Italia ha colpito anche il capoluogo campano con raffiche di vento che hanno provocato danni un po' ovunque. E non è finita perché il meteo di domani non prevede miglioramenti, tanto che il Comune ha deciso di prolungare la chiusura di cimiteri e parchi pubblici. Il sindaco, Luigi de Magistris, ha annullato il suo viaggio di lavoro in Spagna, fissato per domanei e lunedì, per restare in città e seguire la situazione da vicino. Il primo cittadino ha anche lanciato un appello ai cittadini perché evitino di uscire di casa. Il Comitato operativo di Palazzo San Giacomo, coordinato da de Magistris con l'assessore Alessandra Clemente rinnova "il pressante invito alla cittadinanza a limitare gli spostamenti solo nei casi strettamente necessari, sia nel pomeriggio e in serata di oggi che per la giornata di domani".

Anche per domani, domenica, 23 febbraio, il bollettino della Protezione civile annuncia "venti forti nord-orientali, con locali raffiche. Mare agitato al largo e lungo le coste esposte, con possibili mareggiate". In pratica, una riedizione delle previsioni diffuse ieri per oggi. 

Previsioni sull'Italia per domenica 23 febbraio 

I DANNI DI OGGI  - Il vento ha soffiato forte oggi in tutta la Campania e a Napoli con una velocità superiore ai 40 km orari (fino a 70 km sui rilievi). A San Sebastiano al Vesuvio un albero è caduto su un'auto: una 41enne, ha riportato un trauma cranico mentre il figlio 19enne lievi escoriazioni. Diversi cartelloni pubblicitari sono volati dai tetti in città. Un altro fusto è precipitato su un'auto in sosta in via Sibilia a Bagnoli ed è chiuso vico Duchesca per caduta vetri. Alcune recinzioni sono state abbattute in via Marina.

Criticità legate alle avverse condizioni del tempo sono segnalate in viale Traiano, viale Colli Aminei, via Nicolardi e via Morelli e in via Manzoni: anche qui è crollato caduto un grosso albero.  Al Vomero si sono registrati danni per caduta piante in via Pietro Castellino e viale Michelangelo, oltre al distacco di un pezzo di cornicione da uno stabile in via Luca Giordano e di una ringhiera da un terrazzo privato via Guido de Ruggiero. Difficoltà anche nei cimiteri cittadini sia centrali che periferici per la caduta di alberi e rami.

Disagi anche sulle tratte ferroviarie e in mare: la maggior parte dei collegamenti dal Golfo di Napoli alle isole è stata sospesa. Danni barche e strutture si sono registrati a Ischia, nel porto di Lacco Ameno. Evacuati per motivi di sicurezza alcune persone presenti sui pontili. Sempre a causa della tempesta due motonavi, 'Don Peppino' e 'Benito Buono', si sono scontrate questa mattina in fase di attracco per fortuna senza conseguenze per le persone. La Capitaneria ha aperto un'inchiesta e avviato accertamenti sulla sicurezza prima che le due imbarcazioni riprendano il servizio di trasporto pubblico.