23 feb 2022

"Messo in isolamento per aver copiato" La famiglia del 17enne: così si è ucciso

Claudio Mandia, il ragazzo originario di Battipaglia (Salerno) trovato morto alla vigilia del suo diciottesimo compleanno negli Stati Uniti dove studiava, si è tolto la vita e la causa del suo gesto è da individuare nelle "misure primitive" alle quali sarebbe stato sottoposto "da parte della Ef Academy", in particolare "l’isolamento per più di tre giorni". È quanto dichiarano i familiari del giovane attraverso una nota diffusa dallo studio legale statunitense che li assiste. "La tragica notizia della sua morte è ancora più dolorosa per le circostanze in cui Claudio ha trascorso gli ultimi giorni su questa terra. Claudio era una persona e uno studente meraviglioso e non vedeva l’ora di incontrare la sua famiglia a New York per celebrare il suo diciottesimo compleanno". È uno dei passaggi con cui la famiglia di Claudio accusa l’organizzazione della scuola di aver adottato "misure primitive" che hanno portato al suicidio.Secondo quanto hanno riferito alcuni compagni di college , il giovane avrebbe ricevuto una punizione, consistente in un isolamento di tre giorni, con l’accusa di aver copiato un compito d’esame.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?