Un gruppo ancora coeso, quello che ha visto nascere e rafforzarsi l’Università Cattolica e il vicino ospedale Gemelli di Roma, quando tutto intorno "non era altro che campagna", e che ieri ha commemorato i 60 anni dell’ateneo con annesso Policlinico. Si tratta dei primi corsisti di medicina, quelli che esordirono nell’anno della fondazione. Ed è proprio questa ricorrenza che ieri ha portato Papa Bergoglio a officiare qui la messa: "Grazie per le cure e l’affetto", ha detto il Pontefice, che si è intrattenuto tra gli ex studenti che oggi sono quasi tutti ‘pezzi da novanta’ della medicina. Su tutti il prof Gennaro Nuzzo, che ha ricordato di quando da studente dormiva nel collegio nell’azienda agricola di proprietà delle suore spagnole, poi regalata al Papa, poi ancora ceduta ad Agostino Gemelli per farci la facoltà.