Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 gen 2022

Meno schede bianche del previsto Il messaggio: niente urne anticipate

Disattese le indicazioni dei leader: così i peones dicono che non vogliono perdere il posto anzitempo. Dallo scrutinio escono nomi in libertà. Alla fine il più votato è il costituzionalista Paolo Maddalena

25 gen 2022

di Ettore Maria Colombo ROMA Quando il presidente della Camera, Roberto Fico, alle 21.41 legge il risultato del primo scrutinio capisci che o la sorte è assai beffarda oppure il regno del peone ha colpito ancora. Sulla carta, il partito di "Bianca Scheda", come viene affettuosamente chiamata da tutti, aveva 917 voti, contando i tre blocchi sui quali poteva contare: 455 voti del centrodestra, 413 del centrosinistra, 49 centristi, e senza neppure contare i gruppi minori che dovevano accordarsi. Invece, le schede bianche risultano appena 672, cioè esattamente 245 voti in meno di quanti ne dovevano risultare, all’ingrosso. Una debacle, per tutti i grandi partiti che non controllano i loro parlamentari. Non solo i 5 Stelle, ma proprio nessuno. Su 1009 grandi elettori, scesi a 1008 solo ieri, perché il quorum sarà reintegrato oggi con il primo dei non eletti che subentrerà al deputato azzurro Fasano, deceduto, e appena 976 votanti (ben 32 gli assenti, il numero più alto nella storia) i conti dei partiti fanno acqua da tutte le parti. Al netto di ben 49 schede nulle e ben 88 voti dispersi – altri due record – e il tripudio dei voti scherzosi o in libertà, ma molto pericolosamente in libertà, il più votato è l’ ex giudice costituzionale Paolo Maddalena (doveva contare su un pacchetto di 40 voti e ne prende 36), seguito dall’attuale capo dello Stato, Sergio Mattarella (16); poi tanti nomi con poche preferenze. Si va dai magistrati Carlo Nordio e Nicola Gratteri alle donne Elisabetta Belloni e Marta Cartabia, dai politici Silvio Berlusconi, Ettore Rosato, Umberto Bossi, Pierluigi Bersani, fino a Francesco Rutelli, Walter Veltroni, Marco Cappato (e spunta anche un Bettino Craxi). Per il resto, siamo nel regno del conte Mascetti, il protagonista di "Amici miei" che, quando fu votato per la prima volta, a una ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?