Si deve alle sue ricerche l’analisi della danza dei buchi neri che nel 2015 ha permesso di ascoltare il primo ‘cinguettio’ di un’onda gravitazionale. Alessandra Buonanno (nella foto), fisica di 53 anni, originaria di Cassino, è la prima italiana premiata con la Medaglia Dirac, uno dei riconoscimenti scientifici più prestigiosi del mondo. "Un bellissimo riconoscimento anche a tutta la ricerca svolta negli ultimi 15 anni dal mio gruppo di lavoro nell’Università del Maryland e poi in Germania, nell’Istituto Max Planck di Potsdam", ha commentato. "Congratulazioni ad Alessandra Buonanno, il cui prezioso lavoro sarà di sicura ispirazione per le giovani ragazze che hanno deciso e decideranno di intraprendere percorsi di studio in materie stem", ha detto il ministro per l’Università, Maria Cristina Messa. E le congratulazioni sono arrivate anche dal presidente del Consiglio Mario Draghi: "Congratulazioni ad Alessandra Buonanno, insignita con uno dei più prestigiosi premi scientifici internazionali per le sue ricerche sulle onde gravitazionali. Dà lustro al nostro Paese nell’ambito della ricerca scientifica".