Roberto Cazzaniga e Alessandra Ambrosio
Roberto Cazzaniga e Alessandra Ambrosio
Quindici anni intrappolato nella rete sbagliata, lui che sopra la rete è abituato a volare da sempre. Ma è diversa la rete amica della pallavolo, da quella piena di trappole per il cuore e per il portafoglio, ovvero il web in cui Roberto Cazzaniga, ex azzurro di volley chiamato capace di sfiorare lo scudetto con Milano e di vincere i Giochi del Mediterraneo nel 2009, ha incontrato la donna che gli ha rovinato il conto in banca e la vita. Anche se incontrato non è la parola giusta, visto che la fidanzata...

Quindici anni intrappolato nella rete sbagliata, lui che sopra la rete è abituato a volare da sempre. Ma è diversa la rete amica della pallavolo, da quella piena di trappole per il cuore e per il portafoglio, ovvero il web in cui Roberto Cazzaniga, ex azzurro di volley chiamato capace di sfiorare lo scudetto con Milano e di vincere i Giochi del Mediterraneo nel 2009, ha incontrato la donna che gli ha rovinato il conto in banca e la vita. Anche se incontrato non è la parola giusta, visto che la fidanzata virtuale Roberto non l’ha mai vista di persona, pur avendole inviato settecentomila euro nel corso degli anni.

Un dramma personale, una truffa per gli affetti e per le finanze, con lo schiacciatore lombardo di 42 anni, che ora gioca in serie B a Gioia del Colle, convinto a spendere per le inesistenti malattie della donna del mistero. Per sua fortuna, Roberto ha una rete di amici e familiari che, dopo averlo aiutato economicamente, hanno trovato il modo per scuoterlo. Portando in pubblico una storia che non sarà capitata solo a lui, e raccontandola a ‘Le Iene’, le cui indagini hanno smascherato le persone coinvolte.

Cazzaniga è stato convinto per anni di avere una ragazza di nome Maya, una sedicente e seducente modella brasiliana che aveva le false apparenze della bellissima Alessandra Ambrosio, testimonial di Victoria’s Secret, in realtà era una donna sarda, Valeria Satta, scovata a Cagliari dalle Iene (alle quali, messa alle strette, ha ammesso di non aver fatto tutto da sola).

Cazzaniga ha pagato caro il prezzo dell’innamoramento. Gli innamorati inventano da soli la loro verità, diceva Molière: nel caso di Roberto molto merito va ad un’altra ragazza, Valeria, questa conosciuta di persona, che avrebbe garantito di conoscere Maya e che per sfuggire alle Iene si è rifugiata nella caserma dove lavora il compagno, maresciallo dei carabinieri.

Mentre ‘Maya’, tra impegni nel mondo della moda e la malattia al cuore che non le consentiva di ricevere visite, aveva sempre una giustificazione per non farsi vedere. Ora si sa che faccia ha, e non è quella di una modella.

"Voglio dare una svolta e mettere la mia faccia davanti alla telecamere – ha detto Cazzaniga – voglio la mia vita e la voglio ora. È dura, è come svegliarsi da un coma e chiedere quanto sono stato addormentato? 15 anni. E cos’hai raccolto in questi 15 anni? Niente, non hai più niente. Ho tanti debiti, 40mila euro con i miei, 10.000 con altre persone". Le stesse che hanno aiutato ’Virus’, come in campo è soprannominato Cazzaniga per la sua battuta in salto che fa male, a guarire da se stesso.