È finito ai domicialiari per bancarotta fraudolenta Francesco Polidori, fondatore di Cepu, il gruppo che si occupa di istruzione e formazione universitaria. L’imprenditore è coinvolto nell’inchiesta della Procura di Roma che vede 6 soggetti responsabili, a vario titolo, dei reati di bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. L’indagine ha fatto luce su un sistema che in pochi anni gli ha permesso di creare un impero nel campo della formazione universitaria e scolastica. Un sistema che puntava ad una forte visibilità con testimonial di eccezione, campionissimi del calcio e dello sport. Un sistema che però, in base a quanto accertato dalla Procura di Roma e della Guardia di Finanza, si fondava su una sistematica evasione fiscale che in circa dieci anni ha raggiunto la cifra monstre di 140 milioni di euro. I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria ieri mattina hanno eseguito un’ordinanza di arresti domiciliari per l’imprenditore e sequestri per 28 milioni di euro. L’indagine non comporta l’interruzione delle attività didattiche.