Maturità, foto generica
Maturità, foto generica

Roma, 18 gennaio 2019 - Maturità 2019, ci siamo: ecco le materie d'esame. E in tempo di social i 470 mila maturandi - nativi digitali - hanno conosciuto il loro destino in diretta Facebook, alle 12 in punto, stile mezzogiorno di fuoco. L'annuncio era di quelli da suspence: "#Maturità 2019. Alle ore 12 sul nostro canale Facebook annunceremo le materie della seconda prova". E infatti all'ora stabilita è apparso il video con le materie e la conferma della tanto temuta doppia prova: latino e greco al liceo classico, matematica e fisica allo scientifico, per dire solo le prime due.

Materie maturità 2019, tutte le simulazioni della seconda prova

Già pochi minuti dopo l'annuncio, il sito del Miur è stato bombardato di accessi, e risultava rallentato, con molti contenuti inaccessibili, o meglio 'Temporarily Unavailable'. L'esame di maturità di quest'anno provoca particolare apprensione proprio perché per la prima volta le prove sono multidisciplinari.

MATERIE_36337792_122148

 

Ma ecco il video tanto atteso:

NOVITA' ANCHE PER L'ORALE -  Anche il colloquio orale che sarà pluridisciplinare. La commissione partirà proponendo agli studenti di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi che saranno lo spunto per sviluppare il colloquio. I materiali di partenza saranno predisposti dalle stesse commissioni, nei giorni che precedono l'orale, tenendo conto del percorso didattico effettivamente svolto dagli studenti.

Il giorno della prova, per garantire la massima trasparenza e pari opportunità ai candidati, saranno gli stessi studenti a sorteggiare i materiali sulla base dei quali sarà condotto il colloquio. Durante l'orale i candidati esporranno anche le esperienze di alternanza scuola-lavoro svolte. 
Una parte del colloquio riguarderà, poi, le attività fatte nell'ambito di ''Cittadinanza e costituzione'', sempre tenendo conto delle indicazioni fornite dal Consiglio di classe sui percorsi effettivamente svolti. 

CALENDARIO DELLE SIMULAZIONI - "Come sapete da quest'anno ci sono delle novità - dice il ministro nel video - Per questo da ottobre abbiamo cominciato a fornire tutte le informazioni utili per le prove a voi e ai vostri docenti. Per sostenervi nella vostra preparazione organizzeremo delle simulazioni della prima e della seconda prova. Si svolgeranno nei mesi di febbraio, marzo e aprile". 
Il calendario è il seguente: - Prima prova scritta: 19 febbraio e 26 marzo. - Seconda prova scritta: 28 febbraio e 2 aprile. 

È la prima volta che il Miur organizza simulazioni di questo tipo. La volontà è quella di sostenere il più possibile ragazzi e docenti nella preparazione del nuovo esame di maturità. Con un'apposita circolare saranno fornite alle scuole tutte le indicazioni operative. Intanto il Ministero ha già pubblicato, a dicembre, alcuni esempi di traccia, sia per la prima che per le seconde prove. Per illustrare a studenti e docenti le nuove regole sono stati effettuati anche specifici incontri sul territorio. Lo stesso ministro Bussetti si è confrontato con oltre 300 studenti a Milano e nuovi momenti di incontro saranno organizzati con i ragazzi a febbraio e marzo.

L'ANTICIPAZIONE - L'attesa certo è stata rinfocolata dal video postato di prima mattina sull'account Twitter del Miur (per la verità, piuttosto sibillino): si vede un uomo in cappotto - verosimilmente un giovane insegnante o un maturando - che si aggira per i corridoi di una scuola fischiettando il motivo di "Notte prima degli esami" di Antonello Venditti. La telecamera lo segue fino a che supera una porta a vetri (la sala professori?) attraversando la quale il prof canticchia la canzone. Poi appare la scritta con la data: 18/01/2019, ovvero oggi. 

 

Il ministro Marco Bussetti ha deciso dunque di comunicare le materie prima di quanto hanno fatto i suoi predecessori, che di solito scioglievano la riserva intorno a fine gennaio. Di certo le nuove modalità della prova di maturità hanno reso l'attesa delle materie ancora più febbrile del solito.

Maturità 2019, cosa cambia col nuovo esame