Il commissario straordinario per l’emergenza Francesco Figliuolo, 60 anni
Il commissario straordinario per l’emergenza Francesco Figliuolo, 60 anni
Il governo ha raggiunto l’accordo con le farmacie per la vendita di mascherine di tipo Ffp2 al prezzo calmierato di 75 centesimi mentre la Coop annuncia che le venderà a 50 centesimi. L’accordo con FederFarma, AssoFarm e FarmacieUnite è stato raggiunto dalla struttura commissariale del generale Francesco Figliuolo, d’intesa con il ministero della Salute e sentito l’Ordine dei farmacisti, e sarà "siglato a breve, le adesioni saranno sottoscritte attraverso il sistema tessera sanitaria". Dal 25 dicembre scorso, quando il governo ha imposto l’obbligatorietà delle Ffp2 su mezzi di trasporto e luoghi pubblici come...

Il governo ha raggiunto l’accordo con le farmacie per la vendita di mascherine di tipo Ffp2 al prezzo calmierato di 75 centesimi mentre la Coop annuncia che le venderà a 50 centesimi. L’accordo con FederFarma, AssoFarm e FarmacieUnite è stato raggiunto dalla struttura commissariale del generale Francesco Figliuolo, d’intesa con il ministero della Salute e sentito l’Ordine dei farmacisti, e sarà "siglato a breve, le adesioni saranno sottoscritte attraverso il sistema tessera sanitaria".

Dal 25 dicembre scorso, quando il governo ha imposto l’obbligatorietà delle Ffp2 su mezzi di trasporto e luoghi pubblici come cinema, teatri, eventi sportivi, i prezzi per questo tipo di mascherine sono schizzati oltre i tre euro l’uno, mentre prima delle nuove misure anti Covid era possibile trovarle a 80 centesimi, secondo quanto hanno denunciato nei giorni scorsi le associazioni dei consumatori, che ieri si sono dette soddisfatte per l’accordo raggiunto. Il prezzo di 75 centesimi per il Codacons è "corretto" ma ora occorre "sanzionare chi, negli ultimi giorni, ha realizzato speculazioni vendendo le mascherine a prezzi rincarati, approfittando dell’esigenza dei consumatori di dotarsi di Ffp2 per accedere ai mezzi pubblici", sottolinea lo stesso Codacons, aggiungendo di aver presentato un esposto a 104 procure della Repubblica di tutta Italia, chiedendo alle magistrature locali di aprire indagini sul territorio "per il reato di aggiotaggio".

Anche per l’Unione nazionale consumatori l’accordo è "un’ottima notizia", ma "resta il problema della tempistica, non solo perché si spera che la prossima volta vengano finalmente fissati i prezzi prima dell’introduzione dell’uso obbligatorio e non viceversa, ma anche perché ancora oggi non sappiamo esattamente da quando si troveranno a 0,75 centesimi", spiega il presidente Massimiliano Dona. Un posto dove le Ffp2 si potranno trovare anche a meno di 75 centesimi è nella rete vendita di Coop. "Cinquanta centesimi di euro per ciascuna mascherina Ffp2, è cosi dallo scorso 31 dicembre", fa presente Coop, sottolineando che si tratta di un modo "per venire incontro al più ampio utilizzo richiesto di questa tipologia di mascherine e calmierare i prezzi".

"In questa fase della pandemia continua a essere determinante il supporto delle farmacie alle istituzioni per contenere i contagi e rispondere prontamente alle necessità di salute dei cittadini – scrive in una nota Federfarma –. In quest’ottica accogliamo l’invito del commissario straordinario Figliuolo a praticare un prezzo massimo di vendita delle mascherine Ffp2 pari a 0,75 euro. Federfarma intende così agevolare l’accesso della maggior parte di persone possibile a un presidio di protezione individuale che, alla luce delle nuove norme varate dal governo, riveste un’importanza fondamentale per poter continuare a svolgere le normali attività quotidiane". Le Ffp2 sono obbligatorie a teatro, al cinema, negli stadi, in aereo, su navi e traghetti interregionali, treni, autobus e pullman, funivie e per chi ha avuto un contatto stretto con un positivo ma non è ristretto in quarantena.

red. int.