Dal trionfo di Wembley a Jesi, passando per il Quirinale e Palazzo Chigi. È un Roberto Mancini sorridente quello che ieri sera ha fatto rientro nella sua città nelle Marche. Un bagno di folla tra gli amici di sempre. A Villa di Fabbro, dove c’è la casa dei genitori, lo aspettavano sin dalla mattina. Ma l’attesa è stata lunga. Il ct che ha condotto gli azzurri sul tetto d’Europa si è materializzato solo a tarda sera in un locale di Jesi dove è stato accolto da una folla festante, davanti uno striscione "Sei di Jesi come noi", ed è stato subito subissato di abbracci e selfie.