L'area dove sono concentrate le ricerche della donna
L'area dove sono concentrate le ricerche della donna

Nerola (Roma), 15 dicembre 2019 - Ritrovata la mamma che ieri sera si era allontanata da casa con i tre figli piccoli a Nerola. Sono tutti e 4 in buone condizioni. Erano state ore di angoscia nella provincia romana. La donna 39enne era uscita di casa ieri sera portando con i tre piccoli, 'scomparendo' poi nel nulla. Uno dei bimbi, il più piccolo, ha appena quattro mesi. Il più grande otto anni, il medio sei. 

La madre e i figli avevano trovato rifugio in un casolare abbandonato. I soccorritori li hanno ritrovati vero le 17.45.

La giovane mamma si sarebbe allontanata volontariamente dopo una lite col marito, un artigiano esperto nel riparare gli organi. Secondo l'agenzia Agi, perchè probabilmente vittima di maltrattamenti in famiglia. Nel pomeriggio le ricerche senza sosta fino alla lieta notizia.

L'ultima volta era stata vista uscire dal paese, e poi nessuno è più riuscito a contattarla. L'ultimo avvistamento era stato quello di un automobilista che aveva allertato le forze dell'ordine. Da quel momento, nessuna notizia di lei e dei figli. Le ricerche sono state condotte dai carabinieri di Nerola e dal Soccorso Alpino. Usati anche cani "molecolari" perché la donna e i figli erano spariti nei boschi di Nerola, attorno alle cascate Forra della Linguessa, nei monti degli Elci, una zona impervia e ricca di canyon. 

Fondamentale per il ritrovamento dei 4 sono state le tracce del cellulare della donna che, anche se chiuso, è stato lo stesso localizzato. Il resto lo hanno fatto i soccorritori, aiutati dai cani molecolari che li hanno condotti vicino a Poggio Corese e davanti al casotto di caccia dove i quattro avevano passato la notte. Il sollievo è stao trovarli un buone condizioni: i bambini erano vestiti pesanti e la mamma aveva portato via viveri a sufficienza per la cena.

Ma già ieri sera la facenda poteva concludersi al meglio, infatti l'ultimo a vedere la 38enne con i suoi figli era stato un automobilista che avendoli visti al bordo della strada nel buio, si era offerto di accompagnarli a casa, ma la donna aveva rifiutato. L'uomo si era insospettito e aveva chiamato il 112.

Dopo le visite in ospedale non si sa ancora se i 4 faranno ritorno a casa, o se invece verrà trovata loro un'altra sistemazione. Ma la vicenda ha interessato il procuratore di Tivoli Francesco Menditto che ha aperto un fascicolo e avviato un'indagine giudiziaria.