Nuoro, 28 novembre 2020 - Violenta ondata di maltempo in Sardegna e il bilancio è tragico: tre morti a Bitti, in provincia di Nuoro. Le vittime accertate sono un allevatore di 55 anni che, alla guida di un pick up, è stato travolto da un'ondata di acqua e fango nelle campagne del paese e un anziano di 90 anni che si trovava in casa. Si cerca ancora il corpo di una donna di 89 anni, che - secondo le prime ricostruzioni - sarebbe uscita dalla sua abitazione ed è stata spazzata via dall'acqua. All'appello mancherebbero anche altre due persone. Situazione difficile anche in altri centri della Bassa Baronia, mentre è allerta in Gallura (Sassari).

Situazione drammatica a Bitti 

Bitti da questa mattina è un paese distrutto: le strade del centro abitato cancellate, le cantine allagate, le auto trascinate dall'acqua e inghiottite dalle frane, le case di campagna all'uscita del paese verso Onanì non esistono più e con loro sono state spazzate via strade rurali e ponti. In paese sono arrivate le colonne mobili della Protezione civile, del Corpo Forestale e dei Vigili del fuoco e sta arrivando da Macomer l'esercito. Il sindaco ha fatto evacuare per precauzione le famiglie residenti nella parte bassa del paese e diramato un appello ai cittadini affinché rimangano in casa. "La situazione è drammatica". Bitti fu tra i centri più colpiti dal ciclone Cleopatra che nel 2013 devastò in particolare la Gallura, ma anche buona parte dell'Alto Nuorese. Era il 13 novembre infatti quando violenti temporali si abbatterono sull'isola, provocando 19 morti. 

Le previsioni di domenica: nubifragi al Centro Sud

Provincia di Nuoro in ginocchio

Tutto il territorio provinciale di Nuoro è alle prese con una situazione difficile con allagamenti e frane. I sindaci dei comuni di GaltellìOrosei hanno fatto evacuate, in via precauzionale, famiglie che abitano vicine al corso del Cedrino e di quelle che vivono in campagna. 

Allerta in Gallura, a Olbia scuole chiuse

Dispiegamento di forze di soccorso imponente nella provincia di Sassari, che da poche ore è tutta zona di massima allerta, e in Gallura dove l'allarme è scattato da ieri. "La popolazione è invitata a restare a casa e a uscire soltanto se necessario", informa l'amministrazione municipale di Sassari. A Olbia il sindaco Settimo Nizzi ha chiuso l'accesso ai cimiteri, alle scuole e ha sospeso per la giornata di oggi e di domani la raccolta dei rifiuti su tutto il territorio comunale.

Grandinata a Cagliari

Violenta grandinata nelle prime ore del mattino e forte vento di scirocco a Cagliari. L'ondata di maltempo si è abbattuta anche su Cagliari e hinterland. Molte le chiamate alla caserma dei vigili del fuoco con interventi che riguardano allagamenti e cadute di calcinacci che costringono le squadre a sistemare le transenne sui marciapiedi. Mareggiata al Poetto con l'acqua che sta sommergendo l'arenile e si sta avvicinando ai chioschi a bordo strada circondando le piattaforme di legno.

Sicilia, allagamenti nel Catanese

Il maltempo ha colpito anche la Sicilia e, in particolare, la provincia di Catania. I vigili del fuoco del Comando provinciale sono dovuti intervenire sia nel Comune capoluogo che nei paesi etnei per  allagamenti, auto in panne e alberi caduti. Colpita anche Giarre, dove sei famiglie hanno dovuto evacuare una palazzina di tre piani per il crollo di un ballatoio e i conseguenti danni alle strutture portanti dell'immobile: sono 21 le persone rimase senza un tetto.

In serata poi una tromba d'aria ha colpito la zona sud della città, il viale Kennedy (il lungomare della Plaia), il quartiere di San Giuseppe la Rena, San Francesco la Rena, Villaggio S. Maria Goretti, e parte dell'aeroporto. Si registrano danni alle abitazioni, in particolare ai tetti: oltre cinquanta le richieste di soccorso giunte al numero unico di soccorso 112.