La frana che si è abbattuta sulla statale 36 a Chiavenna (Ansa)
La frana che si è abbattuta sulla statale 36 a Chiavenna (Ansa)

Roma, 25 luglio 2021 - Caldo, afa e siccità, in quest'estate italiana, ma anche bombe d'acqua, temporali e grandinate. Il cambiamento climatico sta 'tropicalizzando' il nostro Paese dal clima ex temperato, col risultato che il Nord è flagellato dal maltempo.

Allerta meteo in Veneto

Sommario:

Maltempo, la situazione

Una vasta depressione atlantica continua a inviare impulsi di tempo perturbato verso le regioni settentrionali dell'Italia con conseguente persistenza di attività temporalesca a tratti intensa al Nord. Fenomeni che si ripeteranno anche nella giornata di domani, mentre permarrà una sostenuta ventilazione meridionale sulle regioni del Centro e su quelle dell'Appennino settentrionale.

Le allerte meteo

La Protezione civile, per la giornata di domani, ha emesso una allerta arancione per la Lombardia. L'avviso prevede dal primo mattino di domani, lunedì 26 luglio, la persistenza di precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, su Piemonte e Lombardia, in estensione a Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, possibili grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Dalle prime ore di domani sono previsti inoltre venti forti dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca su Emilia-Romagna e Umbria
Riassumento, sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 26 luglio, allerta arancione su buona parte della Lombardia. Valutata, inoltre, allerta gialla in Emilia-Romagna, Veneto, gran parte della Toscana e su settori di Liguria, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e sul restante territorio della Lombardia. 

La mappa di 3bmeteo

(L'articolo  prosegue sotto al widget)

Allarme maltempo sulla Lombardia

Grandinate a Lecco

Pioggia, vento e grandine si sono abbattuti sul Lecchese all'ora di pranzo con decine di chiamate ai vigili del fuoco di Lecco e Merate per allagamenti, con auto in difficoltà e alcune strade della Brianza, in particolare a Garbagnate Monastero e Nibionno, trasformate in torrenti. La grandine ha devastato le coltivazioni in Brianza. Il maltempo ha interessato anche la Valsassina e l'Alto Lario: a causa del distacco di materiale roccioso, è stato chiuso dal sindaco di Dervio, per motivi di sicurezza, il sentiero tra Dervio e Pianezzo. Sono stati effettuati anche sopralluoghi sulla strada provinciale che unisce Bellano e la Valsassina per il rischio idrogeologico.

Forte perturbazione da Varese a Bergamo

La copertura di uno stabile industriale è stata divelta dal vento e si è schiantata su alcune auto, a seguito di una forte perturbazione, nel pomeriggio a Gallarate (Varese). Decine le telefonate al numero di emergenza per allagamenti e danni provocati dal vento. 
L'ondata di maltempo si è abbattuta anche sulla Bergamasca, dove una violenta grandinata ha interessato le valli Seriana, Brembana e Imagna, dove la grandine ha ricoperto le strade e rovinato gli orti. I vigili del fuoco sono stati impegnati in interventi in tutta la provincia, concentrati specialmente nelle valli, per alberi abbattuti, massi sulle strade, allagamenti: non si segnalano invece danni ad abitazioni o persone ferite. A San Pellegrino l'ex statale si è allagata proprio davanti alla sede dell'omonima azienda di acque minerali.

Strada interrotta a Sondrio

Un violento acquazzone si è abbattuto nel tratto italiano della Val Bregaglia causando l'interruzione della strada statale 37 del passo Maloja, in territorio comunale di Chiavenna (Sondrio), a poca distanza dell'abitato di Prosto. Non si registrano vittime, anche se due auto in transito verso il confine con la Svizzera sarebbero state investite in parte dalle colate di detriti fuoriusciti dal torrente Perandone esondato all'altezza di un'azienda chiusa.

La frana che si è abbattuta sulla statale a Chiavenna (Ansa)

Torrenti in piena a Como

Danni anche nel Comasco per i violenti temporali con vento e grandine che si sono abbattuti nel pomeriggio con particolare violenza. A Blevio, sulla sponda orientale del lago, i torrenti in piena hanno provocato frane che hanno isolato due frazioni a monte. Piante cadute e allagamenti sono stati segnalati anche alla periferia di Como e nelle zone di Cantù e Olgiate Comasco: decine gli interventi dei vigili del fuoco.

Bomba d'acqua nel Biellese

 Ieri una vera bomba d'acqua si è abbattuta sul Biellese, con strade allagate, tombini intasati, piante precipitate a terra, raffiche di vento, chicchi enormi e violenti di grandine. Colpite duramente il centro di Biella e i comuni limitrofi fino al Cossatese. La grandine si è abbattuta a Quaregna Cerreto lasciando cumuli bianchi sull'asfalto. A Candelo è esploso un palo della luce a causa del temporale e a Vigliano il vento ha scoperchiato alcuni tetti. 

Danni a vigneti, mais, ortaggi

Secondo un'alalisi della Coldiretti "con le ultime bombe d'acqua, trombe d'aria e grandinate che hanno investito a macchia di leopardo le regioni del Nord Italia salgono a milioni di euro i danni causati dal clima impazzito in una estate 2021 bollente e siccitosa in cui si contano però, finora, lungo tutta la Penisola già 556 eventi estremi secondo i dati dell'European Severe Weather Database (Eswd)".

Non sta meglio il resto d'Europa: la città di Londra è semiallagata a causa dei violenti nubifragi, come mostra questo video: 

image