Genova, 4 ottobre 2021 - La perturbazione atlantica ha presentato un conto salato anche in Piemonte: una sessantina di evacuati in serata nell'Alessandrino. Borghi isolati e problemi alle linee telefoniche. In Liguria il maltempo preannunciato è arrivato nella notte: incessanti piogge hanno provocato le esondazioni del torrente Letimbro in zona Santuario di Savona, dell'Erro a Pontinvrea (Savona), dove  sono stati allagati negozi e scantinati e "cinque nuclei familiari sono stati allontanati per precauzione dalle proprie abitazioni", come ha fatto sapere il presidente Toti, e nella tarda mattinata anche del fiume Bormida a Cairo Montenotte, vicino al Piemonte. Qui  "è stato registrato un nuovo record pluviometrico nazionale con 496,0 mm in 6h, superando i 472,0 mm del 25/ ottobre 2011 a Brugnato, sempre in Liguria",  ha annunciato su Facebook l’associazione ligure di meteorologia Limet. Nella provincia di Savona  i disagi più forti,  l'allerta rossa  è scattata dalle 14 anche a Genova e nella provincia di Imperia (allarme poi prolungato fino a domani per il lento passaggio dell'area di bassa pressione denominata 'Christian').  Crollata parte della strada sul passo del Bresca tra Mallare e Bormida. Chiusa la statale del Turchino, quella del Sassello (la ss 334) e alcune provinciali, inclusa quella di Cadibona. Tra le frane una ha comportato anche la chiusura del tratto in direzione nord sulla A26 Genova-Gravellona Toce tra Masone (Genova) e Ovada (Alessandria). Poco dopo le 17.45 sempre a causa di una frana è stato chiuso il tratto compreso tra il bivio con la D26 (diramazione Predosa-Bettole) e Masone, in direzione Genova. Sospesa per le frane che incombono sulla sede ferroviaria anche la circolazione dei treni tra Savona e Torino via Ferrania e via Altare. 

Catania, tornado si abbatte sulla città. "Feriti e danni alle abitazioni"

Allagamenti a Roma e Napoli

Domani scuole chiuse a La Spezia. Mentre  il sindaco di Genova Marco Bucci anticipa: "Il brutto deve ancora arrivare, ma non prevediamo la chiusura delle scuole domani. Le scuole saranno aperte a meno che, durante la notte, non si creino danni o grossi problemi al territorio".  Ed ha superato gli 800 millimetri la pioggia caduta nelle ultime 24 ore al confine tra il Piemonte e la Liguria. È il dato, relativo a Rossiglione (Genova) riportato da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) del Piemonte. L’acqua caduta a Rossiglione si riversa verso nel fiume Stura che entra in territorio piemontese due chilometri dopo, e poi confluisce nel bacino dell’Orba, vicino a Ovada (Alessandria). In 6 ore a Rossiglione sono caduti 587 mm di acqua, 506 a Montenotte Inferiore (Savona), 416,6 a Ponzone (Alessandria).

 

Sommario

Savona, chiusi ponti e strade

L'enorme quantità d'acqua precipitata ha costretto le autorità cittadine di Savona a interdire al traffico i ponti e alcune strade. Il tratto dell'autostrada 'Autofiori' tra Ceva e il bivio A6/A10 Savona verso il bivio con l'A10 è stato chiuso, e una frana ha investito la carreggiata poco prima del centro urbano di Cadibona. Si ha notizia anche di diversi incidenti stradali lungo le autostrade liguri proprio a causa del maltempo. Chiuso anche il tratto autostradale A26, tra Masone e Ovada, a causa di alcuni smottamenti dovuti alla forte pioggia.

Treni, sospesa linea Savona-Torino

Chiusa in via precauzionale  la  linea ferroviaria Genova-Ovada-Acqui Terme. E permane la chiusura al traffico nella tratta Savona-San Giuseppe sulle linee Savona-Torino e Alessandria-Savona, a causa di frane che incombono sulla sede ferroviaria e per il livello di guardia raggiunto dal fiume Stura. Trenitalia sta riorganizzando il servizio, ma le condizioni delle strade non consentono un servizio bus sostitutivo. 

 

Erro sorprende camperisti

Le acque uscite dall'Erro hanno sorpreso tre camperisti a Melazzo, comune della Valle Erro in provincia di Alessandria. Il camper è stato travolto, e i passeggeri stati tratti in salvo dai vigili del fuoco.

Sospeso seggio a Santuario

Per il maltempo è stato brevemente sospeso il seggio nella frazione di Santuario, nel Savonese, lo conferma l'assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone. E' stato spostato in una rsa. Giampedrone mette in guardia: "Questo però è solo l'inizio, ci aspettiamo un peggioramento".

Toti: "Prossime ore delicate"

I seggi oggi sono aperti per le elezioni amministrative in Liguria ma la situazione sta peggiorando, e il presidente della regione, Giovanni Toti, che sta seguendo gli sviluppi dell'emergenza, sulla sua pagina Facebook ha scritto: "Diverse strade risultano allagate, sul posto volontari e vigili del fuoco sono già in azione". Proprio per il maltempo in arrivo Toti ieri aveva invitato i cittadini a votare in giornata, nei 52 Comuni interessati dal rinnovo delle amministrazioni. Oggi sui social il governatore avverte: "Le prossime ore saranno molto delicate, è previsto un ulteriore peggioramento su Savona e Genova". Stamattina a Genova, e in tutto il territorio comunale, le scuole sono rimaste chiuse.

Dati Arpal

Nell'entroterra savonese in 12 ore sono caduti 400 millimetri di pioggia. Vento e forti mareggiate stanno interessando il Levante della regione. Secondo i dati Arpal nelle ultime sei ore sono caduti: 487.6 mm a Montenotte Inferiore (con massima cumulata oraria 145.2 mm), 367 mm a Rossiglione (91.4 mm in un'ora), 237.6 mm a Sassello (84 mm), 207.2 mm a Colle di Cadibona (80.4 mm in un'ora). Si segnalano anche nell'ultima ora precipitazioni su Mallare (con 97.4 millimetri in un'ora), nell'entroterra Savonese,  e Torriglia (38 millimetri in un'ora), nell'entroterra di Genova. 

Allerta anche in altre regioni

La perturbazione atlantica sull'Italia era stata preannunciata dal bollettino della Protezione civile con attenzione anche a Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna e Toscana.

Piemonte: l'allerta diventa rossa

L'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) ha portato l'allerta in Piemonte a livello rosso: la criticità prevista per il maltempo diventa massima in un'area a sud est, nei bacini dei fiumi Belbo e Bormida. Domani rosso anche a nord, nell'Alto Novarese e nel Verbano-Cusio-Ossola. Allerta arancione in Valle Tanaro, tra Cuneo ed Alessandria, sulla pianura settentrionale, in valle Scrivia (Alessandria) e nelle vallate Sesia (Vercelli), Cervo (Biella) e Chiusella (Torino). Ad Acqui Terme (Alessandria) le intense prescipitazioni e la piena del fiume Bormida, poi esondato nella tarda mattinata a Cairo Montenotte (Liguria), hanno imposto la chiusura delle scuole. Lo ha deciso il sindaco Lorenzo Lucchini che ha firmato l'ordinanza che impone la sospensione delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado. Le abitazioni nelle aree golenali sono satte sgomberate e si sta valutando di chiudere i ponti. 

Nell'Alessandrino nelle ultime 24 ore le precipitazioni sono da record, fonte Arpa: 434 millimetri al passo di Bric Berton, a Ponzone (Alessandria), al confine con la Liguria. Attesi fino a 300 mm nelle prossime ore nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola. 

Stalle allagate

Addio castagne, stalle allagate, famiglie di agricoltori a rischio e allevamenti di lumache sott’acqua, smottamenti, strade bloccate e muretti crollati. E' quanto emerge dal primo monitoraggio della Coldiretti sui drammatici effetti dell’ondata di maltempo. I danni maggiori  si concentrano nell’entroterra di Savona con le prime castagne pronte alla raccolta portate via dall’acqua, mentre i pascoli degli animali sono sepolti sotto uno strato di fango che li rende impraticabili. A Pontinvrea - sottolinea la Coldiretti - l’acqua ha già  invaso una stalla di caprette con l’allevatore e la sua famiglia che sta tentando di bloccare l’allagamento con barriere e trucioli di legno mentre si prepara all’evacuazione, con le strade sempre meno praticabili. A cavallo fra Genova e Savona - continua Coldiretti - un allevamento di chiocciole è stato completamente sommerso, mentre dal resto del territorio continuano ad arrivare segnalazioni di smottamenti e crolli di muretti a secco.