Venerdì 19 Luglio 2024
RITA BARTOLOMEI
Cronaca

Lupa di Vasto e aggressioni sulla spiaggia, Boitani: “L’animale va rimosso”. Il timore che si sposti altrove

Intanto la Commissione Ue valuta una modifica allo status di protezione dei lupi. Von der Leyen: “Animali pericolosi in certe aree per il bestiame e potenzialmente per l’uomo”

Vasto, 5 settembre 2023 - Il lupo di Vasto “va rimosso”. Arriva anche la voce decisamente autorevole di Luigi Boitani,  presidente della ‘Large Carnivore Initiative for Europe’ e padre della conservazione in Italia, a mettere il sigillo alla vicenda che vede da mesi la cittadina abruzzese al centro di aggressioni da parte di un animale che – ha certificato il Dna dell’Ispra – è una lupa pura, niente a che fare con un ibrido. 

Ormai da settimane si cerca di catturare l’animale. Che negli ultimi video – anche sulla ciclabile della cittadina - appare sfinito e zoppicante.

Approfondisci:

Orso M90 abbattuto in Trentino: perché era considerato pericoloso. Prima volta in Italia (con il parere di Ispra)

Orso M90 abbattuto in Trentino: perché era considerato pericoloso. Prima volta in Italia (con il parere di Ispra)

Lupi in Italia e in Europa, i numeri
Lupi in Italia e in Europa, i numeri

Lupa di Vasto: cosa temono gli esperti

Non solo. Appare chiaro, è la riflessione di chi si occupa di grandi carnivori da una vita, che la lupa di Vasto – isolata dal branco – potrebbe ‘disperdersi’ e percorrere migliaia di chilometri, alla ricerca di un territorio libero. Quindi il problema rischia di trasferirsi in un’altra parte d’Italia. Anche per questo, è il ragionamento, occorre fare presto e catturarla.

Lupi: la Commissione Ue vuol rivalutare la protezione dei grandi carnivori, da specie in pericolo a pericolosi
Lupi: la Commissione Ue vuol rivalutare la protezione dei grandi carnivori, da specie in pericolo a pericolosi

Von Der Leyen: “Lupi potenzialmente pericolosi anche per l’uomo”

Proprio in queste ore la Commissione europea sta valutando di modificare lo status di protezione dei lupi.  La presidente dell'esecutivo Ue Ursula von der Leyen è stata molto netta. La concentrazione di lupi in alcune regioni del vecchio continente, ha dichiarato, “è diventata un pericolo reale per il bestiame e potenzialmente anche per l'uomo”.

Approfondisci:

Lupo che attacca l’uomo dopo 100 anni, ecco perché. Lo zoologo: le ipotesi e cosa bisogna fare

Lupo che attacca l’uomo dopo 100 anni, ecco perché. Lo zoologo: le ipotesi e cosa bisogna fare

Per la cronaca: un anno fa il lupo GW950m aveva ucciso Dolly, la pony prediletta della Von der Leyen. L’animale è tuttora ricercato. Su di lui pende una sentenza senza appello: da eliminare.

Boitani: “La lupa di Vasto va rimossa”

E la lupa di Vasto, che secondo la ricostruzione di chi indaga sarebbe responsabile di 13 aggressioni? “Va rimossa”, non ha dubbi Boitani. Vuol dire in gabbia o abbattuta? “Tolta dallo stato di libertà in natura”.

Nel frattempo da un parte all’altra d’Italia aumenta il conflitto sociale. L’uccisione sciagurata dell’orsa Amarena a San Benedetto dei Marsi (L’Aquila) ha portato la scorta al 56enne indagato che ha preso l’animale a fucilate. Minacciato di morte come un’ignara cittadina per uno scambio di numero telefonico. Pare un’isteria collettiva… “Non parlerei di un’isteria collettiva, la cosa riguarda una minoranza”, corregge Boitani.

Pratesi: Vasto caso isolato

Isabella Pratesi, direttrice del Programma Conservazione WWF Italia, annota: “Il caso della lupa di Vasto mi pare unico, isolato. Certo è un animale che ha dei problemi. Sicuramente da dopo la pandemia siamo più presenti in natura e così aumentano le interazioni”. Ma non è vero anche il contrario, non le sembra che la fauna selvatica abbia invaso la ‘tana’ dell’uomo? “Per me siamo noi che entriamo nel loro territorio – ribadisce Pratesi-. Vero poi che in certi casi gli animali si stanno inurbando. Ma sono casi di politiche sbagliate, dalla gestione dei rifiuti agli allevamenti. Loro cercano il cibo dove lo trovano. Con la prevenzione si possono ottenere risultati straordinarie”.

Approfondisci:

I lupi stanno cambiando abitudini? Ecco cosa ne pensano gli esperti

I lupi stanno cambiando abitudini? Ecco cosa ne pensano gli esperti