L’ultima regina d’Europa. Addio al trono dopo 52 anni: "Ora tocca a mio figlio"

Il 14 gennaio passaggio di consegne tra Margherita II e il primogenito Frederik. L’annuncio durante il discorso di fine anno: avrò più tempo libero per dipingere.

L’ultima regina d’Europa. Addio al trono dopo 52 anni: "Ora tocca a mio figlio"

L’ultima regina d’Europa. Addio al trono dopo 52 anni: "Ora tocca a mio figlio"

"Rimarrò sul trono finché non cado", diceva. Le domandavano se ci fosse all’orizzonte anche solo l’ombra dell’abdicazione e lei rispondeva così: "Ci è dato questo lavoro nel momento in cui il vecchio sovrano muore. Non è un ergastolo, ma una vita di servizio". Ai più insistenti spiegava: "Per me essere regina è una responsabilità che non include la rinuncia. Un compito del quale non ti disfi per convenienza personale". E invece lo ha fatto, prendendo tutti in contropiede. Durante il discorso di fine anno Margherita II di Danimarca ha annunciato che dopo 52 anni di regno il 14 gennaio lascerà la corona al figlio, il principe ereditario Frederik, 54 anni, incarnazione di una monarchia rilassata, sportiva ed ecologista, riabilitato e adesso molto amato dopo un’adolescenza turbolenta. Ai danesi è andato di traverso il brindisi. Per il modo: certe cose a Capodanno non si dicono. E perché la sovrana di 83 anni, salita al trono nel 1972 alla morte del padre, vedova dal 2018, poliglotta, intellettuale e pittrice, piaceva proprio a tutti. "Così avrò più tempo per dipingere", sembra abbia spiegato fuori onda. In realtà a febbraio aveva subito un importante intervento chirurgico alla schiena ed era rimasta fuori dalle scene fino ad aprile: "L’operazione ha fatto nascere pensieri sul futuro, sul fatto che fosse arrivato il momento di trasferire le responsabilità alla prossima generazione". Dopo la morte della lontana cugina Elisabetta II, l’unica a batterla quanto a durata del regno, era rimasta l’ultima regina d’Europa in attesa del poker di principesse che stanno studiando per il ruolo. Più dell’80% dei danesi si dichiara monarchico, l’anno scorso a migliaia hanno partecipato alla celebrazione per il 50esimo anniversario della sua corona, molti non hanno conosciuto che lei sul trono. Con Elisabetta, Margherita di Danimarca aveva molti punti in comune, tra cui la longevità di regno e essere salita al trono a soli 31 anni permettendo alla monarchia di riconquistare enorme popolarità. Ha avuto anche la fortuna di vivere per mezzo secolo un lunghissimo matrimonio con il diplomatico francese Henri de Laborde de Monpezat (il principe Henrik), incontrato proprio a Londra all’ambasciata di Francia nel 1966 e sposato l’anno successivo (le nozze reali, avvenute il 10 giugno 1967, durarono solo venti minuti per esplicita richiesta della sposa). Hanno avuto due figli, il principe ereditario e il principe Joachim.

E fra pochi giorni tocca al primogenito Frederik, padre modello dopo essere stato ragazzino ombroso e viziato, prendere il timone di un’istituzione secolare che è riuscita a modernizzarsi senza diventare banale. "Quando sarà il momento, sarò io a guidare la nave", ha detto a settembre in occasione delle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della salita al trono della madre – "Vi seguirò come voi avete seguito vostro padre e come Christian seguirà me".