Luca Morisi
Luca Morisi

Verona, 28 settembre 2021 - "Il flacone con del liquido (sul cui contenuto l’autorità giudiziaria sta compiendo i necessari accertamenti) non era di Luca Morisi, il quale - evidentemente - non può averlo ceduto a terzi". È quanto fanno trapelare fonti della difesa dell’ex social media manager di Matteo Salvini. Proprio per questo, aggiungono le stesse fonti, "c’è piena fiducia nel lavoro degli inquirenti" e condivisione delle parole del procuratore della Repubblica di Verona secondo il quale "si tratta di un fatto banale per quanto riguarda l’autorità giudiziaria". Da giorni l'attenzione degli inquirenti è concentrata proprio  sul flacone. I romeni fermati l'avrebbero indicata come 'droga dello stupro' e, sempre secondo la loro versione, l'avrebbero ricevuta da Morisi.