Area di servizio Sala Consilina Est: qui è stato venduto il biglietto da 5 milioni (Ansa)
Area di servizio Sala Consilina Est: qui è stato venduto il biglietto da 5 milioni (Ansa)

Roma, 7 gennaio 2019 - La dea bendata bacia la Campania. Svelati i biglietti vincenti (prima, seconda e terza categoria) della Lotteria Italia 2019, il concorso a premi arrivato al gran finale: il primo da 5 milioni di euro è stato venduto a un autogrill di Sala Consilina (Salerno), il secondo da 2,5 milioni a Napoli, il terzo da 1,5 milioni a Pompei. I numeri dei primi cinque biglietti sono stati estratti dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e poi abbinati a 5 vip che hanno partecipato al gioco di Amadeus durante il programma 'Soliti Ignoti', andato in onda ieri sera su Rai 1. Dalla sfida tra Alessandro Gassman, Loretta Goggi, Frank Matano, Sabrina Ferilli e Riccardo Rossi è uscita una classifica che ha determinato l'ordine dei biglietti. 

VIDEO Lotteria Italia, si festeggia nell'edicola 'vincente'

Ecco i primi 5 biglietti e i premi corrispondenti. 

1 - Il biglietto G 154304 venduto a Sala Consilina (Salerno), sull'A3 Salerno-Reggio Calabria, è stato abbinato a Riccardo Rossi, primo classificato. Vince il primo premio da 5 milioni di euro. 

2 - Il biglietto E 449246 venduto a Napoli, in Piazza Principe Umberto, è stato abbinato a Sabrina Ferilli, seconda classificata. Vince il secondo premio da  2,5 milioni di euro. 

3 - Il biglietto 265607, venduto a Pompei, in via Roma 59, è stato abbinato a Loretta Goggi, terza classificata. Vince il terzo premio da 1,5 milioni di euro. 

4 - Il biglietto P 386971 venduto a Torino, Corso Traiano 158, è stato abbinato ad Alessandro Gassman, quarto classificato. Vince il quarto premio da 1 milione di euro. 

5- Il biglietto F 075026, venduto a Fabro (Terni), sull'A1 Milano-Napoli, è stato abbinato a Frank Matano, quinto classificato. Vince il quinto premio di 500mila euro. 

Come ed entro quando ritirare i premi

SECONDA CATEGORIA - Estratti anche i 50 biglietti vincenti associati ai premi di seconda categoria, del valore di 50mila euro ciascuno. Eccoli di seguito. 

I 274888 - OSTRA VETERE (AN)
F 498108 - VALLATA (AV)
F 390919 - RIMINI (RN)
R 314320 - ROMA (RM)
O 147211 - TORINO (TO)
C 145861 - BAGNO A RIPOLI (FI)
A 287738 - ISOLA RIZZA (VR)
D 306495 - MILANO (MI)
C 287214 - ROVATO (BS)
C 368903 - ARDEA (RM)
A 173041 - ROMA (RM)
D 110210 - RENDE (CS)
M 377086 - MILANO (MI)
L 128274 - SESTRI LEVANTE (GE)
D 110125 - GUIDONIA MONTECELIO (RM)
D 086101 - MESSINA (ME)
B 374738 - ROZZANO (MI)
D 364954 - ROMA (RM)
P 350392 - VERBANIA (VB)
E 104858 - ZOLA PREDOSA (BO)
C 166463 - RICCIONE (RN)
M 393499 - S. ZENONE AL LAMBRO (MI)
O 368802 - FRASCATI (RM)
D 288046 - SIROR (TN)
G 124020 - MODENA (MO)
F 236454 - MONTEROTONDO (RM)
F 393220 - NAPOLI (NA)
A 020572 - PESCARA (PE)
E 164072 - SALA CONSILINA (SA)
F 311760 - MILANO (MI)
P 001813 - RAVENNA (RA)
G 290743 - SESTO SAN GIOVANNI (MI)
C 373341 - ARESE (MI)
R 433509 - ROMA (RM)
R 098556 - PIETRASANTA (LU)
M 083822 - ROMA (RM)
C 422166 - VENEZIA (VE)
O 160746 - MILANO (MI)
I 094754 - ANTRODOCO (RI)
G 173049 - SIRACUSA (SR)
A 029829 - PESCARA (PE)
D 127008 - ZOLA PREDOSA (BO)
F 420147 - GIARRE (CT)
C 381115 - ROMA (RM)
P 472937 - CASTELVETRANO (TP)
Q 121038 - TRAPANI (TP)
D 202580 - ROMA (RM)
C 121622 - ROMA (RM)
D 486715 - VALMONTONE (RM)
Q 160562 - RESCALDINA (MI)

Lotteria Italia 2019, biglietti vincenti di seconda categoria

Due biglietti vincenti da 50mila euro tra Rimini e Riccione

Due biglietti vincenti da 50mila euro a Zola Predosa

Premi da 50mila euro a Bagno a Ripoli e Pietrasanta

TERZA CATEGORIA - A ruota sono stati diffusi i numeri vincenti di terza categoria (150 premi da 25mila euro ciascuno, 5mila in più dello scorso anno). Qui la lista completa. 

Complessivamente, la Lotteria Italia quest’anno distribuisce premi per oltre 16 milioni di euro. Ai rivenditori che avranno venduto i biglietti vincenti è stato riservato un premio complessivo di 75.500 euro. 

Tutti i numeri dei biglietti vincenti sono pubblicati sul sito dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli

TRIPLETTA IN CAMPANIA - Riccardo Rossi, Sabrina Ferilli e Loretta Goggi regalano alla Campania una straordinaria tripletta nella Lotteria Italia. Il primo premio di 5 milioni (abbinato a Rossi), è stato venduto nell’area di servizio di Sala Consilina, sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria. I due milioni e 500 mila del biglietto, abbinato alla Ferilli, puntano su Napoli: il biglietto è stato venduto in una ricevitoria di Piazza Principe Umberto. Il terzo, venduto a Pompei in via Roma 59 (associato alla Goggi), vale un milione e 500 mila euro. Complessivamente, nove milioni premiano la regione campana, considerando solo i cinque premi di prima categoria. Nelle ultime tredici edizioni, è la quarta volta che il primo premio bacia la città di Napoli, dopo il 2006, il 2007 e il 2011.  Fuori dalla Campania finiscono il quarto premio (abbinato ad Alessandro Gassman), da un milione, venduto a Torino in Corso Traiano 158, e il quinto, da 500 mila euro (abbinato a Frank Matano), acquistato nell’area di servizio di Fabro (Tr), sulla A1.

 

GLI ASSENTI HANNO SEMPRE RAGIONE  - di PAOLO FRANCI

La colpa è sempre di chi non c’è. O, se volete leggerla al contrario, gli assenti hanno sempre ragione. Nei due casi, al centro del villaggio che ancora ama e brama la Lotteria Italia, c’è il Gratta & Vinci. Dunque, il collasso di vendite (meno 19,1%) dei biglietti si può leggere in due modi. Da una parte, quel tagliandino da grattare che fino all’anno scorso era compreso nel prezzo del biglietto (della Lotteria) e quest’anno è scomparso – e quindi la colpa è chiaramente di chi non c’è – e dall’altra che gli assenti (il grattino) hanno sempre ragione.

Eccome se ce l’hanno. Perché è assai improbabile che 1,7 milioni di italiani abbiano smesso improvvisamente di flirtare con la Lotteria Italia. E cioè che a fronte degli 8,6 milioni di biglietti venduti nella scorsa edizione, quest’anno ne siano stati staccati soltanto 6,9 milioni per un banale calo d’affezione. Il motivo è invece, nell’addio al ‘prendi due, paghi uno’ con il grattino che, di fatto, concedeva la "possibilità di partecipare contemporaneamente a due lotterie", così come recitava un comunicato dei Monopoli di Stato.

E si è arrivati al collasso. In Puglia, con - 27% il calo più vistoso di vendite. In Calabria, Friuli e anche in Trentino il flop è stato pari al 25% in meno. E, più in generale, siamo di fronte a un dato allarmante perché mai, dal 2012 in poi, si era scesi così in basso nel sottoscala della Lotteria. E ora, un po’ di sana invidia per i Magnifici Cinque e anche per la Carica dei Duecento, che poi sono quelli dei premi minori che si sono portati a casa un bel mazzetto di banconote no? Però, c’è un però.

Perché se è vero che la fortuna porta occhiali molto spessi, la malasorte in questi casi colpisce là dove la memoria fa cilecca. E chissà quanti saranno quelli che stanno svuotando tasche, cassetti, portaoggetti delle automobili e borse: sì perché non sono mica pochi quelli che il biglietto lo smarriscono. E capita che quel tagliando perduto sia proprio ‘quel tagliando ’. I premi non riscossi dal 2002 a oggi sono stati pari a 28 milioni di euro, calcola Agipronews. Due anni fa nessuno si presentò a ritirare il premio da due milioni di euro. E, nel 2009, rimase lì uno dei due premi da 5 milioni. E quindi sì, ci vuole fortuna, ma anche un posto sicuro dove riporre quel rettangolino di cartone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA