1 mag 2022

L’ossessione di viaggiare nel tempo Il fisico: "Si può fare, ecco come"

Pubblicato lo studio del canadese Barak Shoshany: la possibilità c’è, ma con linee temporali parallele. Avanti e indietro nei secoli come nei successi hollywoodiani “Ritorno al futuro“ e “Time machine“

riccardo jannello
Cronaca
“Ritorno al futuro“ è una trilogia di Robert Zemeckis. Nella foto, a sinistra, Michael J. Fox, 60 anni con Christopher Lloyd, 83 anni
“Ritorno al futuro“ è una trilogia di Robert Zemeckis. Nella foto, a sinistra, Michael J. Fox, 60 anni con Christopher Lloyd, 83 anni
“Ritorno al futuro“ è una trilogia di Robert Zemeckis. Nella foto, a sinistra, Michael J. Fox, 60 anni con Christopher Lloyd, 83 anni

di Riccardo Jannello Il viaggio nel tempo è possibile, ma solo con linee temporali parallele. Se queste esistono o se possiamo crearle. La teoria del professor Barak Shoshany – docente di fisica alla Brock University di St. Catharines e di scienza computazionale alla McMaster di Hamilton, entrambe in Ontario, Canada – è apparsa dopo tre anni di studio sul portale scientifico "The Conversation". Tre anni di un’appassionata ricerca fondata sulla natura del tempo e della causalità nella relatività generale e nella meccanica quantistica. Un lungo articolo nel quale lo studioso canadese nota che quest’ultima suggerisce la possibilità di un multiverso, come nel caso del paradosso del gatto di Schrodinger, che nella scatola muore e sopravvive sull’altra linea temporale. In questa direzione continuerà a indagare anche se ritiene che una cosa è la teoria "che non è sufficiente per dimostrare che viaggiare nel tempo è possibile", un’altra è la pratica: "Ma per la prima significherebbe almeno che il viaggio nel tempo non sia escluso da paradossi di coerenza". Il più noto è quello "del nonno": se torni indietro e uccidi tuo nonno egli non potrà generare tuo padre e quindi il tuo viaggio non ci sarà stato. Paradossi o no – come quello della congettura di autocoerenza del fisico teorico Igor Dmitriyevich Novikov, che essenzialmente afferma che puoi viaggiare nel passato ma non puoi cambiarlo – l’uomo si è sempre interrogato sull’argomento. In fondo, sostiene Shoshany nel suo studio, la questione è l’energia che possiamo muovere per andare avanti e indietro: le quantità che possono essere prodotte sono al momento "troppo piccole in quantità e durata per essere pratiche". La quantità di energia è più facile da trovare nella fervida mente dell’uomo che non nella fisica, come d’altronde sottolinea lo stesso studioso canadese: "C’è un malinteso comune nella fantascienza secondo cui ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?