La Corea del Nord non ha organizzato una parata militare per i 76 anni della fondazione del Partito dei Lavoratori, ma in occasione del 10 ottobre, una delle principali festività nel calendario di Pyongyang, il leader Kim Jong-un ha voluto la "Self-Defense 2021", un’inedita esposizione dedicata agli arsenali di auto-difesa del Paese eremita destinati a crescere fino alla costruzione di un "esercito invincibile". Il Rodong Sinmun ha diffuso una serie di foto interessanti del leader in visita alla manifestazione, la prima del suo genere dalla sua salita al potere di fine 2011. Il leader è circondato da militari, funzionari e missili balistici a corto, medio e lungo raggio, fino agli intercontinentali tra i quali si vede anche un suo enorme ritratto e l’alta e nuova uniforme militare bianca da commander-in-chief. Kim, secondo l’ampio e variegato resoconto dei media ufficiali, ha detto di provare "orgoglio senza fine" quando ha toccato i missili, ribadendo la natura di deterrenza del suo arsenale, perché chi critica il suo programma sugli armamenti è un ipocrita.