Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 apr 2022

Lo zar fa il bullo: all’Ue serve il mio gas Ma l’oligarca perde l’ex villa di Onassis

Abramovich sotto tiro, sequestrata anche la casa in Costa Azzurra dove aveva vissuto re Edoardo VII

15 apr 2022
giovanni rossi
Cronaca

di Giovanni Rossi Non si può più stare tranquilli neppure alle Figi, 500 isole e 320 isolotti nel Pacifico sudorientale, a 17mila chilometri dalle tradizionali rotte mediterranee. La scena è questa. Arriva nel principale porto dell’arcipelago il lussuoso panfilo Amadea, 106 metri di accessoriata bellezza, e il governo figiano – preavvisato dall’ambasciata americana – immediatamente sequestra la proprietà nautica di Suleiman Kerimov, oligarca di primaria stazza, intimo di Vladimir Putin: uno tra i selezionatissimi convocati al Cremlino prima dell’invasione ucraina (nonché sospetto tesoriere svizzero dello Zar). Uno dopo l’altro, i gioielli navali dell’inner circle moscovita cadono preda delle confische occidentali. Le proprietà ancora in salvo, perché in mare aperto (ma sorvegliate dai satelliti americani) o rifugiate in complici tortughe, sanno di avere le settimane contate. I porti sicuri stanno diventando sempre di meno e la caccia ai sanzionati sempre più aggressiva. Amadea, partito dal Messico a fine marzo, non aveva la documentazione doganale in regola. Infrazione normalmente superabile a suon di bonifici (o mazzette). Stavolta no. Non appena terminato l’ormeggio a Lautoka Wharf, arriva l’ordine di sbarco. Con tanto di stressante interrogatorio dell’equipaggio. Poche ore prima ad Amburgo i poliziotti tedeschi erano saliti a bordo del Dilbar, lo yacht più grande (e costoso) del mondo per volume interno, già bloccato a inizio marzo. Questo gioiello da 600 milioni di dollari – lungo 156 metri, con piscina coperta, due eliporti e 20 lussuose cabine – è ora ufficialmente sotto sequestro dopo il rimpallo tra autorità portuali e governo. Le indagini riconducono la proprietà a Gulbakhor Ismailova, sorella di Alisher Uzmanov, il magnate russo-uzbeko (al quale era già stata sequestrata una megavilla in Sardegna). È solo l’ultima gemma navale di una caccia senza sosta alle meraviglie in rimessaggio nei porti europei, come il panfilo a vela più grande del mondo, il Sailing Yacht A ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?