Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 nov 2021

Inflazione a ottobre 2021 al 3%. Codacons: conto da 922 euro in più all'anno

L’Istat ricalcola l’aumento dei prezzi, mai così alto dal 2012. Colpa di bollette, alimentari e carburanti. L’allarme dei consumatori

17 nov 2021

di Antonio Troise ROMA Bollette di energia e gas, il conto del supermercato che aumenta nonostante il carrello della spesa sia sempre lo stesso. Per non parlare del pieno del carburante, che diventa sempre più caro. I prezzi, insomma, corrono come non mai da nove anni a questa parte. E l’effetto sulle nostre tasche sta diventando sempre più evidente. Ce ne rendiamo conto anche senza la certificazione ufficiale arrivata ieri dall’Istat che ha corretto al rialzo le stime dell’inflazione di ottobre: dal 2,9 al 3%. Era da 2012 che non si toccava questo picco. A livello mensile, i prezzi sono saliti dello 0,7% contro il calo dello 0,2% di settembre. E il carovita, si sa, è un fenomeno perfido, perché si accanisce sui redditi più bassi, colpendo i beni di cui non si può fare a meno. L’allarme è doppio. Prima di tutto perché l’aumento dei prezzi porterà ad un vero e proprio salasso per i bilanci delle famiglie. Secondo i calcoli del Codacons, l’associazione dei consumatori, il conto sarà piuttosto salato: 922 euro in più all’anno per fare o acquistare le stesse cose. L’Unione nazionale dei consumatori, invece, si spinge a calcolare quali sono le città più care d’Italia: in testa alla classifica c’è Bolzano con rincari da 1.526 euro, seguita da Bologna (1.361 euro) e Padova (1.339 euro). L’aumento dell’inflazione rischia di ipotecare pesantemente anche le prospettive della ripresa economica post-Covid. A trainare i prezzi, neanche a dirlo, sono le materie prime. Certo, è un effetto congiunturale, dovuto alla ripartenza dell’economia dopo i mesi di lockdown. Ma il saldo è davvero allarmante: l’Istat calcola un rincaro dei beni energetici dal 20,2% di settembre fino al 24,9 di ottobre. Accelerano, sia pure in misura minore, anche i prezzi sui servizi relativi ai trasporti (da +2 a +2,4%), dei beni alimentari e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?