Il contagio all’età di 7 mesi, il ricovero in Rianimazione per complicazioni all’intestino, ‘isolato’ dai genitori per la quarantena; poi ‘coccole’ e cure dai sanitari e guarigione dopo un intervento chirurgico. La storia del bimbo ricoverato a marzo all’ospedale materno infantile ‘Salesi’ di

Ancona, era stata immortalata in una foto divenuta virale: lo scatto ritraeva il piccino sul letto in Rianimazione Pediatrica, con accanto l’infermiera Katia Sandroni, bardata in tuta anti-contagio, che lo accarezzava tenendogli il ciuccio. Ieri i genitori del bimbo hanno incontrato di persona l’infermiera Katia. Ed stata anche apposta una targa che riproduce la foto dell’infermiera che gioca con il bimbo in un momento di dolcezza: "Il Covid 19 non ferma la tenerezza delle cure".