Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 ago 2022

L’incubo di una 18enne Picchiata e stuprata dopo una festa Fermato un turista

È un 35enne che si era offerto di riaccompagnarla a casa. L’uomo è ora in carcere: al vaglio le telecamere di videosorveglianza. La giovane è stata accompagnata in ospedale dai familiari

4 ago 2022
roberto damiani
Cronaca
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)
Una manifestazione contro la violenza sulle donne (foto di repertorio)

di Roberto Damiani GABICCE (Pesaro e Urbino) Violentata dopo la discoteca da un amico. Che prima l’ha malmenata e ferita provocandole conseguenze guaribili in 45 giorni. È accaduto a una turista 18enne lombarda in vacanza a Riccione con la famiglia. Il presunto aggressore, 35 anni, turista veneto, anche lui a Riccione, è stato fermato (già convalidato il provvedimento) ed è in carcere a Rimini. I magistrati hanno ritenuto che vi fossero elementi di prova per confermare la denuncia della ragazza, la quale ora è tornata a casa. L’inchiesta è passata per competenza alla procura di Pesaro perché la violenza è avvenuta la notte tra il 28 e il 29 luglio all’esterno della discoteca Baia Imperiale di Gabicce monte, in provincia di Pesaro e Urbino. Ogni giovedì, infatti, il noto locale sulla collina gabiccesi richiama per la sua musica migliaia di ragazzi, com’è accaduto quella notte del 28. Qui la 18enne è arrivata con delle amiche e all’interno ha conosciuto il 35enne, che sembrava agli occhi della ragazza un tipo di cui fidarsi. Tanto che intorno all’una di notte circa sono usciti dal locale per avviarsi alla vettura del giovane che si era offerto, presumibilmente, di accompagnare a casa la ragazza a Riccione, dove anche lui alloggiava in un hotel. Alcune amiche di lei l’avrebbero vista tranquilla e sorridente. Invece, proprio in quel parcheggio del locale o poco lontano da lì, il 35enne si sarebbe trasformato, aggredendo la ragazza fino a violentarla. Per riuscirci, avrebbe alzato le mani su di lei cercando di vincere la resistenza o comunque per terrorizzarla fino a paralizzarne ogni movimento. Poi, una volta finito, l’avrebbe lasciata in strada, fuggendo via. La ragazza ha chiamato dei familiari per farsi accompagnare a casa, ma si sono accorti in fretta di quanto era accaduto perché la ragazza appariva ferita. Portata in ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?