Roma, 16 luglio 2021 - "Quante risate Picchio. Quanto mi hai fatto ridere. Nel dolore voglio pensare solo a questo. Riposa in pace". Con un commosso messaggio sui social Edoardo Leo da' l'ultimo addio a Libero De Rienzo, suo compagno sul set della trilogia di 'Smetto quando voglio', morto ieri sera da un infarto a soli 44 anni.

Libero De Rienzo, indagini su causa della morte e polvere bianca trovata in casa

Un attore amato e impegnato (memorabile la sua interpretazione di Giancarlo Siani in 'Fortapasc' di Marco Risi), 'Picchio' per tutti, a cui in molti colleghi e amici dedicano un pensiero in queste ore affidandolo al web. "Ciao, Picchio. Mannaggia a te", scrive Andrea Purgatori, sceneggiatore di 'Fortapasc'.

"Tanto addolorata per la scomparsa di #LiberoDeRienzo. Troppe perdite, troppo presto. Che qualcosa di bello sia ad aspettarti Libero", e' il commento di Piera Detassis, presidente del Premio David di Donatello che De Rienzo vinse nel 2002 come miglior attore non protagonista per 'Santa Maradona' (a cui si aggiungono le due candidature come miglior attore protagonista per 'Fortapa'sc' nel 2010 e come miglior attore non protagonista per 'Smetto quando voglio' nel 2014).

E poi Anna Foglietta, che saluta Picchio così: "Avevi qualcosa di geniale, eri davvero Libero. Sono senza parole". Mentre Alessandro Gassmann lo ricorda per la sua bravura: "Non ci siamo mai incontrati su un set, ma mi emozionavi, ti auguro un viaggio bello. #LiberoDeRienzo rip".

A loro si accoda anche Lino Guanciale. "Soffro molto, in questo momento, come soffre chiunque ti abbia incontrato e amato. A pochi capita di diventare amico di un proprio modello, e a me è successo con te. Se è vero che in un nome c'è un destino mai questo è stato più vero che con te. Ti stringo forte, ovunque tu sia", scrive l'attore su Twitter.

 C'è poi la Fondazione intitolata a Giancarlo Siani, a cui - appunto - l'attore prestò il volto sul grande schermo. "Sei stato gli occhi, la voce e il cuore di Giancarlo. Sei entrato nella nostra storia in punta di piedi con grande semplicita'. La tua timidezza era un segno di grande rispetto per la storia che dovevi raccontare. Non ti dimenticheremo. Grazie. Ciao Picchio", si legge in un commosso post. Un impegno, quello di De Rienzo, ricordato anche dall'associazione Libera contro le mafie presieduta da don Luigi Ciotti: "Ciao Libero amico e attore talentuoso. Ci mancherai. Salutaci Giancarlo".