24 gen 2022

L’ex reginetta del Tea Party porta il New York Times in tribunale "Sono stato diffamata"

Fino a che punto un giornale si può spingere nell’attaccare un politico, una personalità pubblica o il potente di turno senza incappare nel reato di diffamazione. Questa la posta in gioco nella corte federale di Manhattan dove inizia il processo contro il New York Times, accusato di calunnia dall’ex governatrice dell’Alaska ed ex reginetta dei Tea Party, Sarah Palin. Per molti in quell’aula si deciderà il futuro del primo emendamento della costituzione Usa, quello che protegge una libertà di stampa sempre più sotto attacco. Nell’articolo il quotidiano legava il nome dell’ex governatrice alla strage in Arizona in cui nel 2011 durante un comizio fu gravemente ferita la deputata democratica Gabby Giffords e furono uccise 6 persone.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?